Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: la classifica mar...
vaccaro daniele-delfino flacco porto_5.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: la classifica mar...
poliandri fabio-calcio giulianova_64.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: la classifica mar...
cuccurullo eduardo-pacentro_6.jpg

05/12/2017

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Prima Categoria Girone B): pesante rovescio casalingo del Trigno Celenza, superato dallo scatenato Vasto Marina

Visto 288 volte

COMMENTA

sponsor 051217

Calcio (Prima Categoria Girone B): pesante rovescio casalingo del Trigno Celenza, superato dallo scatenato Vasto Marina

Sfida dagli obiettivi decisamente discordanti, quelli che hanno le due squadre protagonisti dell’incontro in programma sul campo di Celenza sul Trigno. I padroni di casa del Presidente Vittorio Gaspari, che sono relegati nei bassifondi, cercano di sfruttare il fattore casalingo, solitamente benevolo nei propri riguardi, per cercare di risalire la china, e avviarsi al di fuori della delicata griglia play-out, nella quale i ragazzi di mister Di Pardo sono attualmente impelagati. L’avversario odierno è il Vasto Marina, compagine di alto lignaggio che punta invece alla zona play-off, e che si trova attualmente a rispettare gli impegni di inizio stagione, anche se la concorrenza è particolarmente agguerrita. In attesa dei colpi di mercato della squadra di casa, gli aragonesi presentano i neo-acquisti Ottaviano e Luciano, entrambi provenienti dall’Atletico Cupello, con quest’ultimo che parte inizialmente dalla panchina.

trigno celenza-vasto marina 1 51217

Il terreno si presenta allentato, ma in grado di poter reggere l’urto delle due contendenti.

La squadra di casa, in grave carenza di organico e in attesa di poter correre ai ripari con le opportunità offerte dal mercato, appare insolitamente timorosa e lascia spesso l’iniziativa ai quotati avversari, che si rendono insidiosi dopo appena due minuti dal fischio d’avvio, con il destro in area di Di Vito, che risolve dopo una serie di rimpalli in area ma non inquadra il bersaglio.

Un minuto dopo, sull’invitante pennellata dalla sinistra di Nocciolino, Vasiu prova a sorprendere Russo con un colpo di tacco che manda la sfera a fondo campo.

trigno celenza-vasto marina 2 051217

La rete aragonese è nell’aria, e si certifica di fatto al 6’, anche se la realizzazione di Natarelli, che ribadisce in rete dopo il palo centrato da Di Gennaro, non viene convalidata dal signor Bruno della sezione di Lanciano, che ravvisa una posizione irregolare del numero 7 biancorosso.

Per variare il risultato a proprio favore, il Vasto Marina deve attendere pochi minuti. E’ l’11’, infatti, quando i ragazzi di mister Ascatigno passano all’incasso con il bomber Vasiu, che gonfia la rete di Russo, anticipato dallo scatto dell’avversario, che finalizza al meglio sull’ottima apertura di Natarelli. Quest’ultimo gioisce personalmente due minuti dopo, quando va  a bersaglio approfittando della dormita generale della retroguardia biancazzurra, che regala letteralmente il pallone all’avversario, il quale non si fa pregare per indirizzare la sfera nel sacco.

La timida reazione dei padroni di casa si limita, poco dopo, ad un piazzato dalla distanza di Danilo Antenucci, facilmente addomesticato da Villamagna.

trigno celenza-vasto marina 3 051217

Se i trignini non graffiano, gli aragonesi chiudono la sfida con largo anticipo, confezionando il tris della tranquillità al minuto 20. E’ Di Vito che partecipa alla sagra realizzativa dei suoi, calciando in porta di  prima intenzione sull’appoggio dalla sinistra di D’Adamo. La gara è ormai senza storia, e il monologo biancorosso non conosce pause. Al 23’, ci prova anche Di Gennaro, che si fionda in area sull’appoggio di Natarelli, ma Russo è provvidenziale per chiudere lo specchio della porta. Al 35’, lo scatenato Natarelli si invola indisturbato verso la porta trignina, ma calcia frettolosamente consentendo la nuova opposizione dell’attivissimo estremo locale. Il suo omologo Villamagna è impegnato severamente dalla conclusione di Nesit, che cerca di rianimare i suoi.

trigno celenza-vasto marina 4 051217

Ma la giornata non è di quelle memorabili, per la squadra di casa, che alla ripresa dei giochi continua a soffrire l’arrembante squadra vastese, insidiosa già al 2’ con il doppio tentativo di Natarelli e Vasiu, i quali calciano a botta sicura ma consentono al portiere di casa di limitare i danni e guadagnare un bel voto personale in pagella, nonostante la grama giornata della sua squadra. L’attacco dei biancazzurri è abbastanza spuntato, come si evidenzia anche dal timido tentativo di Kheirito, che su un tiro dalla bandierina stacca di testa ma non crea pericoli significativi all’inoperoso Villamagna.

La giornata da dimenticare dei trignini si arricchisce di un nuovo capitolo sfavorevole, coincidente con il poker biancorosso che propone ai riflettori lo scatenato Natarelli, autore del bis personale che arriva al 10’, con uno scatto che lascia di stucco il diretto controllore e beffa Russo, infilato sul primo palo.

La domenica infausta dei trignini si evidenzia anche sul successivo affondo degli stessi biancazzurri, con il tentativo di Giuseppe Serafini che si infrange sul palo. A parziale attenuante dello stesso numero 3 di casa, arriva poco dopo la sua rete della bandiera, che rende meno indigesta la sconfitta. La realizzazione arriva al 25’, con un beffardo pallonetto dal limite che sorprende Villamagna, pescato fuori dai pali. Il buon momento trignino si esaurisce con l’infruttuoso affondo dell’avanzato Simone Serafini, che raccoglie dalla bandierina e calcia a ridosso del vertice d’area piccola, ma la mira non è adeguata alle aspettative.

trigno celenza-vasto marina 5 051217

Di diverso avviso, il successivo affondo aragonese, che ufficializza il definitivo risultato con la quinta e ultima rete ospite, appannaggio di D’Adamo, che fulmina il malcapitato Russo con un preciso stacco in area sulla pennellata dalla sinistra del neo-entrato Marinelli. Quest’ultimo potrebbe partecipare alla sagra del goal, ma sul succulento suggerimento dalla destra di Vasiu, fallisce il bersaglio grosso da posizione propizia.

La reazione della squadra di casa, che arriva a ridosso del novantesimo, è assolutamente inadeguata ed è lo specchio fedele di una domenica pallonara da dimenticare al più presto.

Il tabellino della gara:

Trigno Celenza: Russo, Michilli (43’st Vespasiano), Serafini Giuseppe (40’st Serafini Stefano), Moroianu (12’st Di Nocco), Serafini Simone, Antenucci Luca (36’st Di Laudo Oscar), Aliji, Di Zillo, Kheirito, Antenucci Danilo (26’pt Di Laudo Nicola), Tabakary. A disposizione: Di Pardo.

Allenatore: Paolo Di Pardo

Vasto Marina: Villamagna, Travaglini (16’st Luciani), Nocciolino (40’st Antonino), Ottaviano (1’st Fosco), Marcovicchio, Ciccarone (38’st Napoletano), Natarelli (21’st Marinelli), Vasiu, D’Adamo, Di Vito, Di Gennaro. A disposizione: Battista, D’Aiello.

Allenatore: Luigi Ascatigno

Arbitro: Antonio Bruno di Lanciano

Marcatori: 11’pt Vasiu (0-1), 13’pt Natarelli (0-2), 20’pt Di Vito (0-3), 10’st Natarelli (0-4), 25’st Serafini (1-4), 41’st D’Adamo (1-5)

Ammoniti: Serafini Giuseppe (T); D’Adamo (V)

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia