Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: la famiglia Di Re...
defibrillatore carabinieri.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Di Pangrazio firma lo sci...
emiciclo p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Domenica ad Archi la seco...
palio delle quintane 2p_2.jpg

12/02/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Promozione Girone B): il Delfino Flacco Porto si impone sull’Ortona e rimane da solo in vetta alla classifica

Visto 305 volte

COMMENTA

il delfino 110218

Calcio (Promozione Girone B): il Delfino Flacco Porto si impone sull’Ortona e rimane da solo in vetta alla classifica

delfino flacco porto-ortona 1 110218

La gara in vetrina dell’ottava di ritorno, nel Girone B di Promozione, è senza ombra di dubbio quella che al San Marco di Pescara mette di fronte i padroni di casa del Delfino Flacco Porto all’Ortona. I pescaresi del patron Paluzzi, che occupano il gradino più alto della classifica, sono stati agguantati dalla Val di Sangro, dopo la vittoria sangrina a spese del Castiglione Valfino e il contemporaneo rovescio dei portuali nella tana del Raiano. Non è andata bene neanche all’Ortona, seconda in classifica con tre lunghezze di ritardo dalla coppia di testa, reduce dall’inaspettato tonfo casalingo con il Sulmona. Entrambe puntano a fare bottino pieno, per togliere di mezzo una rivale, nel caso dei padroni di casa, o per riagguantare la vetta, nel caso della truppa gialloverde.

delfino flacco porto-ortona 2 110218

di renzo 110218La sfida al vertice si apre con un episodio da moviola che porta i padroni di casa ad invocare vanamente il calcio di rigore in seguito ad un contatto dubbio in area tra Granata e Saltarin, ma il signor Di Renzo, proveniente dalla lontana sezione di Bolzano, lascia proseguire.

La delusione dei padroni di casa si smaltisce in pochi minuti, visto che al 7’ arriva la rete del vantaggio, che porta la firma dello stesso Saltarin, abile a spedire nel sacco risolvendo in mischia dalla media distanza.

I gialloverdi di mister Sanguedolce reagiscono immediatamente con Falso che intercetta la girata ravvicinata dell’avanzato Di Gregorio.

di risio 110218mazzocchetti 110218

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La sfida torna a ravvivarsi dopo la mezzora, con il piazzato di Fasciani che si spegne a fondo campo.

Va decisamente meglio al suo compagno di squadra Pompilio, che ristabilisce il risultato di parità con un tocco ravvicinato al culmine di una devastante percussione collettiva della truppa del Presidente Iurisci.

Il risultato rimane in parità per soli 4 minuti, visto che il Delfino torna a dirigere le operazioni e ristabilisce il vantaggio con Carpegna, che fa esplodere le gradinate di fede biancazzurra dopo aver sorpreso l’incerta retroguardia gialloverde, e in particolare il duo D’Intino-Di Gregorio, che cincischiano al limite d’area e consentono l’irruzione dell’appostato 27 in casacca portuale, che non perdona.

Prima dell’intervallo, gli ortonesi cercano di reagire, ma Falso è reattivo per alzare sul fondo la temibile girata dal limite del sempre insidioso Pompilio.

L’intensità della contesa, già abbastanza bassa nel primo atto, si riduce ai minimi termini alla ripresa dei giochi, a tutto vantaggio della squadra di casa, che non ha necessità di alzare i ritmi. L’Ortona, d’altro canto, esercita un leggero ma sterile predominio territoriale nelle fasi iniziali della ripresa, che non porta, in definitiva, ad esiti particolarmente deflagranti. Si comincia con l’aggancio in area di Pompilio, che sul traversone dalla sinistra del suo collega di reparto Bolognini, non riesce a coordinarsi al meglio per centrare lo specchio della porta. Stessa sorte, poco dopo, per il piazzato dal limite di Fasciani, il quale fa arrivare comunque la sfera dalle parti di Falso, che intercetta la stessa con estrema disinvoltura.

delfino flacco porto-ortona 3 110218

Il Delfino si fa vedere con la girata di Pesce, che prova ad approfittare di una uscita problematica di Cristian Di Quinzio, ma spedisce sul fondo e chiude di fatto le incursioni pescaresi nella metà campo avversaria. L’Ortona non riesce a fare molto meglio e soltanto in una occasione riuscirà a creare delle insidie dalle parti di Falso. E’ il 10’, infatti, quando la gara va precocemente in naftalina con l’infruttuosa percussione gialloverde operata da Pompilio, ancora innescato da Bolognini, che cerca di girarsi in corsa, ma Falso è sempre attento e va di fatto a far scorrere i titoli di coda, che a caratteri cubitali insediano il Delfino Flacco Porto sulla vetta solitaria della classifica, grazie anche al contemporaneo rovescio esterno della Val di Sangro, col Passo Cordone.

Il tabellino della gara:

Il Delfino Flacco Porto: Falso, Terzini, Carota, De Leonardis (11’st Tine Mori), Sichetti, Saltarin (30’st Rucci), Pesce, Carpegna, Mastropietro, D’Alessandro, Di Felice (32’st Ligocki). A disposizione:  Chiavaroli, Planamente, Tocco, Perilli.

Allenatore: Guglielmo Bonati

Ortona:Di Quinzio Cristian, D’Aloiso, D’intino (6’st Colesanti), Granata, Di Gregorio, Scioletti, Rispoli (30’st Ariani), Fasciani, Pompilio (20’st Dragani), Bolognini, Giancristofaro. A disposizione: Zannini, Di Quinzio Daniel, Faiulli, Di Gianpaolo.

Allenatore: Fabio Sanguedolce

Arbitro: Simone Di Renzo di Bolzano (Assistenti: Roberto Di Risio di Lanciano e Felice Mazzocchetti di Teramo)

Marcatori: 7’pt Saltarin (1-0), 33’pt Pompilio (1-1), 37’pt Carpegna (2-1)

Ammoniti: Ligocki, Sichetti (D)

delfino flacco porto-ortona 4 110218

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia