Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Rassegna Bandistica Anton...
banda bracigliano.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Eccellenza): Delf...
LOGO DELFINO FLACCO PORTO_2.png
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Prima Categoria G...
di benedetto-marinelli.jpeg

15/05/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Play-Off Seconda Categoria Girone E): Rapino, una tripletta di D’Amore stende il San Martino e prenota la finale con i cugini del Fara Filiorum Petri

Visto 608 volte

COMMENTA

banner sponsor 1 130518

Calcio (Play-Off Seconda Categoria Girone E): Rapino, una tripletta di D’Amore stende il San Martino e prenota la finale con i cugini del Fara Filiorum Petri

rapino-san martino 1 130518

L’avvincente finale di stagione, che ha consentito al Casalincontrada di staccare il biglietto per la Prima Categoria all’ultimo assalto dello scontro diretto con il Fara Filiorum Petri, è soltanto il primo tassello di un puzzle davvero intricato e la cui risoluzione non è facilmente prevedibile. Oltre ai casalesi, bisogna decidere il nome della squadra che seguirà la truppa di mister Capone nella categoria superiore, ma che verrà fuori dai play-off, un vero e proprio terno al lotto che non è sempre legato ai valori espressi nell’arco della stagione regolare. La semifinale che si disputa a Rapino è un vero e proprio derby pedemontano dall’esito niente affatto scontato, con i neroverdi del Presidente Di Fazio che a buon diritto possono definirsi la sorpresa del campionato e che vogliono continuare a stupire al cospetto del San Martino. I giallorossi, al contrario, non sono affatto una sorpresa ma una concreta realtà, visto che a inizio stagione erano accreditati tra i pretendenti al salto di categoria. Per il mister ospite Christian Cellucci non è una gara come tutte le altre, visto che torna da avversario ad affrontare la squadra del suo paese, guidata tra l’altro fino alla scorsa stagione.

banner sponsor 2 130518

La truppa del segretario Pompilio inizia subito pericolosamente, con l’ottima verticalizzazione di Di Rocco per D’Alessandro, che dalla corsia mancina si accentra verso Di Fazio, il quale cerca di arginare l’iniziativa, ma la sfera staziona pericolosamente in area piccola, anche se l’estremo neroverde riesce a chiudere anche su Di Federico, e con Di Rocco che cicca la sfera mancando l’eventuale ta-pin vincente.

Il buon avvio giallorosso si conferma poco dopo con la rovesciata in area di Caforio, che spedisce la sfera a spegnersi di pochissimo oltre il secondo palo.

rapino-san martino 2 130518

La prima incursione significativa della squadra di casa si registra al 18’, con la gran girata in area di D’Urbano, disinnescata dal reattivo intervento di Di Iorio.

Poco oltre la mezzora, ci prova anche Della Valle, ben imbeccato dallo stesso D’Urbano, che a tu per tu con Di Iorio viene arginato dall’estremo giallorosso.

La truppa marruccina si rivede al 36’, con il temibile piazzato a rientrare dello specialista Rebba, che si spegne di pochissimo a fil di palo.

La frazione si chiude con la temibile offensiva dei padroni di casa, che sfiorano il vantaggio a causa della mancata presa di Di Iorio, in difficoltà sullo spiovente da fermo di Capitanio, ma la sfera diventa una saponetta anche per l’appostato Della Valle, che spedisce a fondo campo.

banner sponsor 3 130518

La gara rimane in sostanziale equilibrio anche alla ripresa dei giochi, con l’avvio di frazione che parla giallorosso, a causa dell’affondo di Di Federico dalla destra, il quale offre un perfetto assist al centro per l’appostato D’Alessandro, che si gira prontamente e scarica in porta, trovando sulla sua strada un reattivo Di Fazio, che salva la porta con un intervento superlativo all’altezza dell’incrocio dei pali.

La gara sembra sul punto di sbloccarsi, con il Rapino che due minuti dopo  va vicinissimo al vantaggio, ma i tentativi di Melena e D’urbano, da distanza ravvicinata, non riescono a concretizzare l’ottimo lavoro propedeutico di Della Valle e capitan D’Amore, per il comprensibile disappunto della tifoseria rapinese presente sugli spalti.

rapino-san martino 3 130518

All’11’, lo stesso pubblico di fede neroverde inveisce all’indirizzo del direttore di gara, che non concede un penalty alla squadra di casa, dopo i ripetuti tentativi della difesa ospite di fermare il dirompente D’Amore, con le buone o con le cattive maniere.

E quasi sicuramente a causa delle proteste, il signor D’Alessandro di Vasto allontana il tecnico locale Santovito, costretto a seguire il resto della sfida dalla tribuna.

Il risultato rimane sempre a reti bianche, ma la gara è godibile  e ricca di emozioni. Al 14’, Di Fazio conferma la sua giornata di forma annullando il gran siluro di Di Federico, grazie ad un poderoso colpo di reni e all’aiuto inconsapevole della trasversale.

Il Rapino replica con la rasoiata dal limite di Della Valle, che Di Iorio controlla abbastanza agevolmente.

Dopo numerosi e alternanti tentativi andati a vuoto, i fuochi pirotecnici si scatenano fragorosamente. Al 20’, il Rapino passa a condurre con capitan D’Amore, abile a raccogliere l’invito di Della Valle e lasciare sul posto alcuni avversari prima del tocco di fino che spinge la sfera nell’angolo alla destra di Di Iorio, il quale deve arrendersi alla giocata di fino del numero 10 avversario. Il pubblico neroverde è in visibilio, e l’euforia si accentua ulteriormente al 40’, quando arriva il bis della tranquillità timbrato ancora da D’Amore, che contribuisce ad imbastire la pregevole azione corale, culminata con l’assist decisivo ricevuto da Melena. Della Valle viene preso in controtempo, ma il capitano neroverde riesce a finalizzare al meglio pur se in precario equilibrio.

rapino-san martino 4 130518

Il San Martino prova a riemergere, anche se il tempo a disposizione si assottiglia vistosamente. Al 42’, Caforio riesce nell’intento, con un tocco impercettibile che va ad intercettare lo spiovente al centro di Rebba, ma è determinante per mettere fuori causa il pur bravo Di Fazio.

I neroverdi vogliono evitare delle sgradite sorprese, e in pieno recupero vanno a ristabilire il doppio vantaggio con il solito D’Amore, vero e proprio mattatore della stracittadina pedemontana.

La rete che certifica l’accesso dei neroverdi alla finalissima con il Fara Filiorum Petri arriva con un tocco ravvicinato a porta vuota, sfruttando l’assist di Della Valle, in anticipo su Di Iorio.

Il tabellino della gara:

Rapino: Di Fazio, Carosella, Mascioli, Capitanio (30’st Mammarella), Ferrara, D’Orazio, D’Urbano (43’st Della Valle Federico), Melena, Della Valle Angelo, D’Amore, Colasante (26’st Amoroso). A disposizione: Michelli, Di Pietrantonio, Librone, Pietrantonio.

Allenatore: Giuseppe Santovito

San Martino: Di Iorio, Naccarella, Buonavitacola, Caforio, Troka, Di Renzo, Di Federico, Di Cola (13’st Fakkar), Di Rocco, Rebba (31’st Odorisio), D’Alessandro. A disposizione: Carideo, Manzi, Diodato, Gjepali, Antognetti.

Allenatore: Christian Cellucci

Arbitro: Christian D’Alessandro di Vasto

Marcatori: 20’st D’Amore (1-0), 40’st D’Amore (2-0), 42’st Caforio (2-1), 48’st D’Amore (3-1)

Ammoniti: Naccarella, Buonavitacola, Di Renzo (SM)

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia