Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
L ‘Amministrazione Comu...
logo uniti per atessa_47.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C1): il...
FUTSAL LANCIANO-GRUPPO_9.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: inaugurazione del...
centro del riuso capragrassa-inaugurazione.jpg

26/01/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Eccellenza): la Virtus Cupello stende la Torrese e fa un passo in avanti verso la salvezza

Visto 416 volte

COMMENTA

Calcio (Eccellenza): la Virtus Cupello stende la Torrese e fa un passo in avanti verso la salvezza

La gara che si disputa al Comunale di Cupello mette di fronte due squadre attualmente impegnate ad inseguire obiettivi discordanti, ma ugualmente importanti. I padroni di casa della Virtus, che vogliono riscattare lo scivolone di Sambuceto, sono impegnati a risalire la china per uscire dall’insidiosa griglia play-out. La Torrese, avversaria di turno, che è invece reduce dal confortante successo casalingo con la Cenerentola Paterno, deve muovere la classifica per consolidare la propria posizione in zona play-off, anche per non perdere terreno dalla seconda piazza e non superare il distacco fatale delle dieci lunghezze, che precluderebbe, di fatto, la disputa degli spareggi di fine stagione. Prima del fischio d’avvio, il signor Moretti di Como fa osservare un minuto di raccoglimento per ricordare Nicolangelo Di Fabio, ex Sindaco di Cupello, scomparso nei giorni scorsi.

virtus cupello-torrese 1 260120

I rossoblu di casa fanno le prove generali con l’incursione dalla sinistra di Battista, che vince una serie di rimpalli e prova infine a servire qualche compagno appostato a centro area, ma la difesa torrese sbroglia la situazione e si rifugia in corner. Sugli sviluppi del conseguente tiro dalla bandierina di Troiano, Pendenza prova a sorprendere Abate sul primo palo, ma l’estremo giallorosso presidia la zona e fa buona guardia. Il primo acuto della truppa teramana giunge allo scoccare del quarto d’ora, anche se la fiondata di Petronio, dalla distanza, termina tra i guantoni dell’appostato Capone. Il buon momento dei giallorossi di mister Cristofari si chiude con il debole e prevedibile stacco in area dell’appostato Esposito, che cerca, senza grossa enfasi, di arrecare fastidi all’estremo di casa.

Sull’altro versante, Abate deve arrendersi al devastante Nazareno Battista, che al 25’ è irrefrenabile sulla fascia mancina, dalla quale va poi ad accentrarsi e a spedire la sfera in fondo al sacco con un diagonale imprendibile da distanza propizia.

virtus cupello-torrese 2 260120

I rossoblu permangono in zona d’attacco, e al 37’ invocano un penalty dopo un contatto in area tra Maloku e Pendenza, scintille tra i due ma il fischietto lariano non ravvisa irregolarità e fa proseguire il gioco.

Prima del thè caldo, la Torrese va concretamente vicina al pareggio con Mosca, che si accentra, trova il pertugio ideale per la battuta che spedisce la sfera ad infrangersi all’incrocio dei pali. Capone e compagni tirano un grosso sospiro di sollievo, e vanno al riposo col prezioso vantaggio di misura.

I rossoblu di Carlucci non dormono sonni tranquilli, con un degno avversario come la Torrese, e devono cercare, al riavvio dei giochi, di mettere il risultato in cassaforte. Dopo un giro di lancette, il lancio dalle retrovie di Felice mette in azione Nazareno Battista, pronto al diagonale in corsa abbrancato in tuffo da Abate.

virtus cupello-torrese 3 260120

Episodio topico, un minuto dopo, con il secondo giallo di giornata sventagliato ai danni di Gelsi, dopo l’intervento su Conti, preludio al più temuto cartellino rosso che manda il centrocampista torrese alla doccia anticipata. Negli istanti successivi, il signor Marrollo richiama l’attenzione dell’arbitro, e gli segnala qualche parolina di troppo pronunciata nella concitazione del momento da mister Cristofari, il signor Moretti prende atto del resoconto del suo collaboratore e va ad espellere anche l’allenatore giallorosso. La parità numerica in campo si ristabilisce ben presto, e per l’esattezza dopo altri quattro minuti di gioco. E’ il 7’, infatti, quando capitan Berardi è costretto a stendere Criscolo. Per il direttore di gara, l’intervento è da sanzionare con il cartellino rosso, e a questo punto entrambe le squadre giocano con dieci effettivi a testa.

virtus cupello-torrese 4 260120

La Torrese è chiamata a raddrizzare il risultato, e si fa vedere con l’avanzato Maloku, che si insinua tra le maglie della distratta difesa rossoblu, semina scompiglio in area e arrivato a distanza di sicurezza viene arginato da Capone, che evita la disfatta.

Sull’altro versante, Felice prova la soluzione dalla distanza, che per un soffio non regala migliori soddisfazioni.

Tra gli ospiti, si segnala una nuova incursione di Maloku, che fa partire un velenoso destro a rientrare che si spegne di poco oltre il palo più lontano.

I rossoblu non avranno da temere altro, fino al triplice fischio, e al contrario vanno a chiudere la pratica al 40’ con De Cinque, che si fa trovare pronto sul rilancio a lunga gittata di Felice e il velo successivo di Tafili, per involarsi verso la porta avversaria e infilare nel sacco con un diagonale dal vertice d’area piccola che si infrange sul palo più lontano e va poi a gonfiare la porta del neo-entrato Di Giuseppe. De Cinque, già ammonito, nell’esultanza, comincia a sfilarsi la maglietta, ma ci ripensa prima dell’irreparabile, e può festeggiare in tutta tranquillità per la rete che consegna di fatto tre punti d’oro, in chiave salvezza, alla Virtus Cupello.

 

Il tabellino della gara:

Virtus Cupello: Capone, De Cinque, Berardi, Tafili, Giuliano, Felice, Troiano, Conti, Pendenza, Colitto (14’st Maccioni), Battista Nazareno (46’st Fasoli). A disposizione: Bellano Simone, Acquarola, Di Nocco, Menna, Natarelli, Bellano Nicola Francesco, Battista Samuel Giuliano.

Allenatore: Panfilo Carlucci

Torrese: abate (20’st Di Giuseppe), Maloku, Ferri, Petronio, De Cesaris (30’st Puglia), Fuschi (13’st D’Orazio), Criscolo, Tini (39’st Nepa), Mosca, Gelsi, Esposito (20’st Di Benedetto). A disposizione: Martella, Di Sabatino, Titianu, Di Federico.

Allenatore: Remigio Cristofari

Arbitro: Stefano Moretti di Como (Assistenti: Andrea Marrollo di Vasto e Massimo Miccoli di Lanciano)

Marcatori: 25’pt Battista Nazareno (1-0), 40’st De Cinque (2-0)

Ammoniti: Giuliano, Troiano, De Cinque, Felice (VC); Gelsi, Esposito, D’Orazio (T)

Espulsi: 2’st Gelsi (T) per somma di ammonizioni; 3’st mister Cristofari (T) per proteste; 7’st Berardi (VC) per fallo da ultimo uomo

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia