Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Covid Hospital ad Atessa,...
borrelli giulio 9_16.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa:#MuoviamociInsieme...
atessa-muoviamociinsieme 5.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Covid-19, Schael: 'Ho pre...
schael thomas_1.jpg

19/02/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa: 'Consigliere Fioriti, se vuol fare il Sindaco si attrezzi meglio'

Visto 718 volte

COMMENTA

fiap 190220

logo uniti per atessa 1902201Caro consigliere Fioriti, ci piacerebbe vederla come candidato sindaco del centrodestra (e non più solo di Progetto Atessa) alle prossime elezioni comunali: lei ci piace come avversario perché, con i suoi interventi, ci dà la possibilità di spiegare sempre meglio i fatti e le nostre posizioni. Forse ci sta facendo un pensierino anche lei, le auguriamo tanta fortuna! Deve sapere, però, che anche l’altra volta , nel 2012, quando i suoi amici di adesso vinsero per una manciata di voti e noi andammo all’opposizione, se avessimo fatto la somma dei nostri voti con quelli dell’altra minoranza, saremmo stati nettamente maggioranza. Come candidato sindaco dovrebbe almeno conoscere come funziona la legge elettorale, sia quando si sta in maggioranza che in minoranza. Se poi anche lei rimpiange altre epoche, affari suoi! Oggi siamo nel XXI secolo, con tutti i problemi e le difficoltà che comporta.

Poi vede, Consigliere Fioriti, per fare il sindaco, come il consigliere comunale, bisogna applicarsi. Lei fa solo opposizione distruttiva e offensiva, che è la cosa più facile e semplice!!!

Una forza di opposizione, che si candida a governare, dovrebbe essere in grado di pungolare l'attuale maggioranza su fatti veri e seri, presentare proposte ancorate a leggi, documenti e soprattutto dicendo dove si prendono le necessarie risorse finanziarie, quali scelte fare e priorità indicare, sapendo che le risorse sono limitate per tutti. Insomma proposte saldamente ancorate alla realtà.

fioriti 1902201Lei, ad esempio, nelle sue giravolte, è critico e contrario (basta rileggere le sue varie esternazioni) nei confronti dell'ospedale di area disagiata, e di recente se n’è ancora uscito con una vecchia e bocciata proposta dell’Ospedale Unico della Val di Sangro.

Consigliere Fioriti, per caso si è letto la Legge Lorenzin e le centinaia di pagine di proposte di riorganizzazione della rete ospedaliera presentate dalla vecchia e dalla nuova Giunta regionale e i verbali del Tavolo romano di monitoraggio? Noi lo abbiamo fatto, come hanno potuto vedere anche i nostri cittadini.

Perchè non parla di questa sua "originale" proposta, sull’ospedale, con il Presidente Marsilio e con l'Assessore Veri, della sua parte politica, e ci fa sapere cosa ne pensano?

Nell'ultimo incontro informativo tenutosi nel nostro Teatro, e di questo ci possono essere testimoni i cittadini che vi hanno partecipato o che hanno visto in differita il filmato, non abbiamo attaccato in maniera offensiva e furiosa la precedente amministrazione. Poiché eravamo e siamo stati da loro accusati di "incapacità", abbiamo solo messo in evidenza le diverse situazioni di partenza e le diverse e legittime scelte politiche.

Non è offendere nessuno, dire che la precedente amministrazione ha legittimamente goduto di entrate ‘straordinarie ed irripetibili’, che noi purtroppo non abbiamo più la fortuna di avere, così come avviene in qualsiasi famiglia, dopo che si sono venduti i "propri beni e gioielli". Vuole che le ricordiamo quelle entrate? Ecco da cosa sono derivate:

1) circa 2 milioni di euro, del vecchio contratto di quartiere Discesa Casette (ottenuto dalla precedente giunta di centrosinistra);

2) 800 mila euro dalla vendita del cinema;

3) circa 2.700.000 euro dalla stipula di un mutuo per garantire la quota pubblica dell'intervento complessivo di Piazza Garibaldi, compreso il Complesso Vittoria, poi estinto con la vendita di vari beni comunali, che ha così permesso ai precedenti amministratori di accendere nuovi mutui per altri interventi;

4) 1.300.000 euro dalla vendita della farmacia comunale;

5 870.000 euro dalla vendita della prima quota della Sangro Servizi;

6) 1.100.000 euro corrisposti dalla Terna per la compensazione dei sacrifici imposti alle contrade a seguito del passaggio dell’eletrodotto e spesi per altri interventi;

7) oneri di urbanizzazione elevati, che adesso si sono purtroppo assottigliati notevolmente perchè non si costruisce più.

Nonostante tutto questo, siamo riusciti -facendo la spola tra Roma e Pescara- a impegnare diversi milioni di euro per fare lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, e di consolidamento del nostro territorio, che i filmati testardamente ricordano e testimoniano. Scusi se è poco, Consigliere Fioriti!! Correttezza e onestà intellettuale vorrebbero che lei ricordasse anche questo nei suoi comunicati e vignette, e non solo le opere di minor importo. Allora, Consigliere Fioriti, invece dI esternazioni offensive, che lasciano il tempo che trovano, e servono solo a screditare una classe politica di opposizione, aspettiamo le sue Iniziative sull’ospedale. Attendiamo l'elaborazione , da parte sua, di un documento sull'Ospedale Unico della Val di Sangro, come abbiamo fatto noi per l'ospedale di area disagiata. Lo presenteremo all'attuale Giunta regionale in un incontro da tenersi presso la nostra sala consiliare. Ritenga già pronta la sala.


torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia