Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5: nuova avventu...
di mascio giuseppe.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Casalbordino, 20 luglio. ...
trio jazz.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Torna a Vasto Art in the ...
ketos 1.jpg

06/04/2012

Inserito da Antonio | 0 commenti
Kung Fu: incetta di medaglie per la Fight Club Vasto al torneo nazionale

Visto 2726 volte

COMMENTA

FIGHT CLUB Vasto : Incetta di medaglie per i ragazzi vastesi a Roma

La scuola di arti marziali al Torneo Nazionale ‘Kung Fu Legend’

Con cinque atleti in gara e ben tredici medaglie vinte (tre ori, sei argenti e quattro bronzi), è grande la soddisfazione della sezione ‘Tiger and Dragon Martial Arts’ della Fight Club Vasto, diretta dalla maestra Enza Giangiacomo, che a Roma ha partecipato al Torneo Nazionale ‘Kung Fu Legend’. La scuola vastese di arti marziali ha fatto onore a tutto l’Abruzzo e, in particolare, a tutto il territorio del Vastese. Cinque gli atleti in gara, come detto, che si sono esibiti nelle diverse specialità del kung fu. La vittoria più importante, come precisa la maestra Giangiacomo, è quella di Olga Piccolantonio, dieci anni, che ha conquistato le giurie con la sua tecnica e la sua grinta, ottenendo ben due medaglie d’oro, una nella forma a mani nude e l’altra nella forma con armi, e un argento, riconoscimento insieme alla giovanissima promessa Aura Rapino di soli tredici anni. “Le due bambine - dice Enza Giangiacomo - si sono esibite in uno spettacolare combattimento prestabilito, elegante e temerario allo stesso tempo, con un’alternanza di attacco da parte dell’una e difesa da parte dell’altra, secondo i rudimenti del kung fu tradizionale e hanno convinto le giurie, ottenendo insieme il secondo posto e surclassando anche coppie di atleti adulti e con molta più esperienza. Memorabile, inoltre, l’esibizione del 14enne Mirco Di Penta, il quale, con la sua catena ha fatto vibrare il palazzetto, eseguendo posizioni e movimenti di grande complessità, con un’arma che raramente vedremo usare da un occidentale. Mirco ha eseguito, poi, un’articolata forma di kung fu (hung gar) a mani nude, aggiudicandosi ben due medaglie d’argento.

 kung fu vasto

Un riconoscimento importante - aggiunge la maestra Giangiacomo - va anche al versatile 17enne Michele Vona che ha partecipato per la prima volta alle competizioni di lei thai (combattimento tradizionale del kung fu) e, grazie a potenza ed eleganza, ha affascinato i presenti, eseguendo una magnifica forma con ventaglio, un’arma molto complessa utilizzata nell’antica Cina, al punto da guadagnare immediatamente il primo posto. Si è aggiudicato anche un bronzo, eseguendo una spettacolare forma a coppie, con Serenella Brigida Gargiulo, ventiduenne che ha conquistato l’argento nella forma a mani nude, il bronzo nel light sanda (combattimento sportivo del kung fu); medaglia d’argento pure nel lei thai (combattimento tradizionale del kung fu)”. Un vero successo, dunque, per la bella realtà vastese che annovera già molti appassionati della disciplina. Ancora la maestra Enza Giangiacomo: “Michele e Serenella sono arrivati al loro primo combattimento preparando l’appuntamento in soli dieci giorni. Si sono cimentati con atleti che si allenavano da anni, malgrado ciò, però, hanno sostenuto a testa alta la gara, riportando importantissimi punteggi e sfiorando l’oro a più riprese. Sono molto fiera dei risultati riportati anche da Aura, Mirco e dalla piccola Olga. E’ gratificante constatare che, pur solo in cinque, i miei ragazzi abbiano riportato a casa molte più medaglie di scuole con un numero elevato di atleti. In poche parole, abbiamo fatto piazza pulita”.

                                                                                             Michele Del Piano    

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia