Sei in: ATESSA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Torna il calcio saponato ...
calcio saponato 2p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5: il Futsal Vas...
Futsal Vasto p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Podistica: sabato 24 giug...
memorial potalivo.jpg

18/03/2015

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa: l’assessorato all’Ambiente inizia la bonifica dei rifiuti sulle sponde del Fiume Sangro

Visto 2007 volte

COMMENTA

Atessa: l’assessorato all’Ambiente inizia la bonifica dei rifiuti sulle sponde del Fiume Sangro

Nei giorni scorsi, vi avevamo mostrato delle immagini e delle foto riguardanti i rifiuti, anche di tipo pericoloso, disseminati a ridosso delle sponde del Fiume Sangro, in località Piazzano di Atessa. Un fenomeno tristemente noto, difficilmente arginabile dalle istituzioni se manca la fattiva collaborazione dei cittadini, sia per smaltire i rifiuti con le procedure tradizionali e in ogni caso attive sul territorio, sia anche denunciando alle autorità questi malfattori. E’ il termine più gentile che mi viene in mente per questi personaggi, che definire squallidi è il minimo, perché mettono a repentaglio la salute e il buon vivere anche dei loro figli. Nei giorni scorsi, il Sindaco Cicchitti ha prontamente inviato sul posto personale del Comune per fare una prima stima dei rifiuti pericolosi, e in particolare per le lastre di Eternit, notoriamente cancerogeno, che è stato disseminato in maniera massiccia a pochi metri dall’argine del fiume, e quindi anche delle falde acquifere. In questo caso, come ci spiega l’assessore all’ambiente Luigi D’Amelio, è necessario attivare tutte le procedure burocratiche del caso, considerando la pericolosità del rifiuto, e risolvere anche delle questioni di carattere territoriale, visto che la gran parte dei rifiuti giace su area demaniale. L’assessorato si era già mosso per bonificare altre discariche abusive anche nei pressi della zona industriale, e nel pomeriggio di oggi ha iniziato la bonifica di un’altra area a ridosso del Fiume Sangro, quella sottostante il ponte che collega Atessa a Lanciano.

Quasi a voler sbeffeggiare chi, con tanta pazienza e spirito di altruismo, aveva compiuto un’opera meritoria nel 2007 con Puliamo il mondo, proprio in quel luogo ha voluto omaggiare l’insegna con una nuova cloaca a cielo aperto, e come vi mostriamo con queste immagini, il campionario dei rifiuti si arricchisce con nuove categorie merceologiche. In questo caso abbiamo una vasta scelta di materassi, pneumatici, accessori per auto di qualsiasi genere e una montagna di frigoriferi, televisori e altri elettrodomestici smontati chirurgicamente e privati delle parti più interessanti, come possono essere i fili di rame, che ovviamente saranno rivenduti per trarne dei profitti. In questo caso è facile intuire quali siano i personaggi che si occupano di questo genere di lavori, li vediamo in qualsiasi posto in giro con i loro furgoni ridotti a brandelli, chissà pure se in possesso dei requisiti per svolgere questa attività.

L’assessorato è impegnato a 360 gradi per arginare il fenomeno, e in alcuni casi sono già stati individuati i responsabili, ma il lavoro rimane veramente duro. D’Amelio ricorda che per i trasgressori sono previste anche delle multe salate, che si aggirano, per quelle più basse, sui 600 euro, e che sono già attive sul territorio delle telecamere mobili posizionate a rotazione nei punti strategici del territorio, che, ricordiamo, rimane comunque il più esteso della Provincia di Chieti. Ed è per questo che rinnoviamo l’invito a tutti i cittadini allo smaltimento corretto dei rifiuti, e soprattutto a denunciare i colpevoli. 

rifiuti atessa 1 180315rifiuti atessa 2 180315rifiuti atessa 3 180315rifiuti atessa 4 180315rifiuti atessa 5 180315rifiuti atessa 6 180315rifiuti atessa 7 180315rifiuti atessa 8 180315rifiuti atessa 9 180315

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia