Sei in: ATESSA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
faresina-lettese 4_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
faresina-lettese 1_2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Informazioni e accoglienz...
accoglienza turistica fossacesia p.jpg

15/04/2019

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Altino: 'Un territorio, un prodotto, un artista, convegno nello storico Palazzo Sirolli Pulieri, per la prima volta aperto al pubblico

Visto 208 volte

COMMENTA

Per visualizzare il video, cliccare sulla scritta WATCH ON YOUTUBE utilizzando Internet Explorer, o andare sul seguente link del nostro canale You Tube:

https://www.youtube.com/watch?v=XB5TyVNRb_0

Sabato 13 Aprile, l’Associazione di tutela del peperone dolce di Altino e l’Associazione Arte Natura hanno promosso un interessante incontro, dal titolo “Un territorio, un prodotto, un artista’. Oltre al convegno, c’è stata l’occasione di ammirare alcune opere di “Capobianco” all’interno dello storico Palazzo Sirolli-Pulieri di Altino, aperto eccezionalmente al pubblico.

Nel corso dell’incontro, i relatori hanno raccontato la storia del territorio, dell’agricoltura, del prodotto (il peperone dolce di Altino) e dell’artista Sebastiano De Laurentiis.

L’evento, patrocinato dai Comuni di Altino e Roccascalegna, si propone di valorizzare il territorio Sangro-Aventino, al fine di fare cultura della terra e per aprire nuove vie per il turismo. Durante la manifestazione, è stato possibile guardare filmati, opere e prodotti inerenti i temi trattati, oltre ad avere l’opportunità, unica, di poter visitare alcune parti del Palazzo che ha ospitato l’evento.

altino-convegno 150419

altino-convegno 2 150419altino-convegno 3 150419muratelli vincenzo 130419

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia