Sei in: ATESSA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Promozione Girone...
VAL DI SANGRO-MIGLIANICO 2_2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fossacesia, il 2 Novembre...
mensa scolastica_2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: scuola a distanza...
istituto spaventa atessa_2.jpg

01/10/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Coppa Italia Eccellenza): la Virtus Cupello ribalta il Casalbordino e accede al secondo turno

Visto 982 volte

COMMENTA

A distanza di soli tre giorni, il Casalbordino torna in campo sul terreno dell’amaro esordio casalingo in Eccellenza, il “Di Vittorio” di Scerni, cercando di dimenticare l’ingiusto tonfo di campionato col Delfino Flacco Porto e provando ad archiviare la pratica di Coppa, affrontando i cugini della Virtus Cupello nel retour match valevole per il primo turno ad eliminazione diretta. Nella gara giocata a Cupello, i giallorossi del patron Santoro si imposero di misura, e vantano dunque un leggero privilegio in ottica qualificazione.

casalbordino-virtus cupello 1 011020

Basterebbe anche un pareggio, teoricamente, per guadagnare il secondo turno, discorso diverso per i rossoblu di mister Carlucci, costretti a vincere, e possibilmente con più di una rete. Tra i locali, mister Soria getta nella mischia il puma Iaboni dal primo minuto, sull’altro versante Pendenza e La Selva partono dalla panchina, e rispetto alla gara d’andata il cavallo di ritorno Felice sopperisce, in difesa allo squalificato Giuliano.

La partenza dei padroni di casa è promettente, con il siluro di Mangiacasale che scalda i guantoni a Di Vincenzo, e con Iaboni che si fa notare con un temibile piazzato ad effetto dal vertice d’area, che si insinua tra una selva di gambe e rischia di sorprendere l’estremo rossoblu, che in qualche modo dirotta sul fondo.

casalbordino-virtus cupello 2 011020

Gli ospiti rispondono con la zampata ravvicinata dell’avanzato Berardi, che sorvola i legni della porta di Tano.

Anche Pifano, sull’altro fronte, fa tappa nel reparto d’attacco, provando a colpire sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina di De Vizia, la sfera sibila di pochissimo oltre l’incrocio dei pali. La truppa casalese è sonnolenta in zona mediana, e la Virtus ne approfitta per rubare palla e portarsi alla conclusione con Zinni, depotenziato dall’attento Tano. Quest’ultimo se la cava anche un minuto dopo, azzerando la ribattuta in area dello stesso Zinni, dopo la precedente serpentina di Rossi, chiuso da Frangione.

casalbordino-virtus cupello 3 011020

L’apnea collettiva della truppa giallorossa si conferma anche negli istanti successivi, quando sullo spiovente al centro di Rossi, Pifano regala un pallone d’oro all’appostato Berardi,  il capitano rossoblu ringrazia per l’inaspettato assist al bacio e infila nel sacco da due passi. I casalesi provano a reagire con De Vizia, che in tuffo prova ad intercettare l’interessante pennellata al centro di Mangiacasale, ma con esiti poco esaltanti. Si tratta di una fugace apparizione dalle parti di Di Vincenzo, che non avrà altri grattacapi fino all’intervallo. Discorso diverso per il suo omologo Tano, chiamato agli straordinari per chiudere sul primo palo e arginare la battuta a rete di Zinni, attivissimo anche nelle battute seguenti in altre due circostanze, dapprima con un tiro da fermo che si spegne a lato, e poco dopo con una conclusione dal limite, fuori misura. Prima dell’intervallo, i rossoblu cercano di prendere il largo con il tentativo di Colitto, che sorvola di pochissimo la trasversale.

casalbordino-virtus cupello 4 011020

Alla ripresa dei giochi, il Casalbordino sembra più vivo, e in effetti i primi venti minuti del secondo atto parlano giallorosso.

Al 9’, De Vizia ha una ghiotta opportunità ma sparacchia oltre il secondo palo, vanificando l’imbeccata del compagno di squadra Testi. L’esterno casalese prova a rifarsi meno di un minuto dopo, ma non approfitta fino in fondo dello svarione difensivo di Caniglia, e anche stavolta sparacchia sul fondo. I giallorossi vanno decisamente vicini al pareggio con il siluro dalla distanza di Gagliano, che si stampa sul palo alla sinistra di Di Vincenzo. Quest’ultimo ringrazia per lo scampato pericolo, ma deve arrendersi al 18’, quando il neo entrato Della Penna finalizza dalla media distanza, al culmine di una buona iniziativa imbastita da Testi e rifinita al meglio, questa volta, da De Vizia.

La Virtus non ci sta, visto che il risultato torna a premiare il Casalbordino, e va ad intensificare le proprie scorribande nella metà campo casalese, alla ricerca del nuovo vantaggio, preziosissimo in chiave qualificazione. Al 25’, Berardi prova a concedere il bis, ma il suo tentativo è davvero pretenzioso, calciando dalla bandierina, con Tano che allontana la minaccia. Un minuto dopo, Felice prova a colpire da due passi, in mischia, ma Tano è reattivo e riesce a sventare la minaccia con il prezioso supporto di Pifano.

casalbordino-virtus cupello 5 011020

Virtus ancora attivo con il subentrato Pendenza, che riesce anche ad infilare la sfera in fondo al sacco, ma la sua posizione è ritenuta irregolare, e la rete viene conseguentemente invalidata, tra le proteste del panzer subequano, che riceve il cartellino giallo dal signor Cavacini di Lanciano. Il pressing rossoblu si conferma anche nelle fasi seguenti, e dopo il tentativo di Troiano, che prova a sorprendere Tano con un perfido pallonetto dalla corsia mancina, arriva la rete del nuovo vantaggio cupellese, propiziato da una frittata difensiva e dall’ultimo tocco fortuito di Frangione che non lascia scampo al proprio portiere.

La rete non scuote il Casalbordino, che rischia anzi il tracollo sulla stoccata in corsa del neo-entrato La Selva, di pochissimo a spegnersi oltre il secondo palo.

Prima del novantesimo, i giallorossi invocano il penalty per un contatto dubbio in area di Troiano ai danni di Mangiacasale, ma per il direttore di gara non si ravvisano estremi di irregolarità, e di lì a poco andrà a sancire, col triplice fischio, il successo esterno della Virtus Cupello, che ribalta il passivo della gara di andata e strappa il pass per il passaggio del turno. Mastica amaro, invece, il Casalbordino, che subìsce il secondo rovescio in appena quattro giorni. La società, come sentiremo dal patron Santoro, non farà mancare il suo impegno in ottica mercato, ed è pronta ad apportare i ritocchi necessari per raddrizzare il cammino interrotto.

Il tabellino della gara:

Casalbordino: Tano, Donatelli Mario (42’st Ciancaglini), Romano, Santarelli (17’st Letto), Frangione, Pifano, Mangiacasale (45’st Trisi), Gagliano, Testi (36’st Fusaro), Iaboni (2’st Della Penna), De Vizia. A disposizione: Castaldo, Di Filippo, Di Donato, Galante.

Allenatore: Giuseppe Soria

Virtus Cupello: Di Vincenzo, Caniglia, Berardi (28’st La Selva), Claudio, Felice, Conti (2’st Troiano), Colitto, Tafili, Battista (14’st Pendenza), Zinni, Rossi (12’st Maccioni). A disposizione: Capitoli Giuseppe, Budano, Scopa, Donatelli Sateo, Capitoli Daniele.

Allenatore: Panfilo Carlucci

Arbitro: Matteo Cavacini di Lanciano (Assistenti: Domenico colonna di Vasto e Matteo Di Meo di Chieti)

Marcatori: 24’pt Berardi (0-1), 18’st Della Penna (1-1), 37’st Frangione (1-2)

Ammoniti: Pifano, Della Penna (C); Felice, Pendenza (VC)

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia