Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
faresina-collecorvino 4_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
fossacesia 90-virtus castelfrentano.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
La Regione si impegna a i...
ospedale atessa 3-piccolo_12.jpg

10/07/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Ospedale San Camillo De Lellis: il Gruppo Consiliare di Progetto Atessa esprime delle forti perplessità sull'iniziativa dei parlamentari PD Pezzopane e D'Alessandro

Visto 366 volte

COMMENTA

bcc 1007184

progetto atessa 100718Circa le polemiche sorte sulla vicenda, ahimè, dell’ospedale di Atessa, questo Gruppo, nel mantenere fede a quanto votato nel consiglio comunale del 6 novembre 2017 ( ospedale di zona disagiata ), non può fare a meno di esprimere la propria perplessità sulle dichiarazioni soprattutto dei parlamentari PEZZOPANE e D’ALESSANDRO.

 

Tali parlamentari appartenevano sino a qualche mese fa alla maggioranza che governava il Paese.  In virtù di tale collocazione avevano motivo, possibilità ed opportunità di far approvare quanto oggi hanno proposto, rigettando la palla all’attuale maggioranza che, al di là di qualsiasi merito, risulta essersi appena insediata. Il fatto che lo facciano, invece, all’indomani del cambio di maggioranza la dice lunga sull’affabilità e sulla bontà delle proposte evidenziate.

 

L’Ospedale di Atessa non può essere oggetto di mercimonio in balia delle varie maggioranze o, peggio ancora, essere considerato  una prostituta da svendere nelle piazze della infida propaganda politica fine a sè stessa.

 

L’ospedale è una cosa seria e va trattata seriamente, facendo in modo che Ognuno mantenga la parola data, poiché il contrario risulta essere tradimento nei confronti della gente di Atessa e di quelle di  tutto l’alto e basso Sangro  che fanno da contorno territoriale.

 

Persone di Progetto Atessa e di Altri Gruppi, appartenenti a varie collocazioni politiche territoriali, al posto di polemizzare, si sono messi in moto e sono andati ben oltre tutte le varie proposte che vengono oggi vendute a suon di tromba.

 

In autunno verranno prospettate alcune soluzioni reali, concrete, fattibili ed immediate che potrebbero davvero risollevare le sorti del Nostro ospedale, senza per nulla intaccare il progetto di “zona disagiata” approvato dal Consiglio Comunale.

 

Importante è però fare le persone serie.  Prospettare soluzioni di modifica legislativa all’indomani della cessazione dalla posizione di maggioranza, sicuramente non fa fare una bella figura a chi le propone ed addossa già all’attuale maggioranza le colpe di una eventuale non approvazione. Vien da sé la domanda che alberga in ogni cuore: ma per cinque anni nei quali potevate fare, che avete fatto ??? 

 

D’altro canto il Ministero della Salute, con nota a firma del Direttore generale Urbani, ha ribadito – semmai ve ne fosse stato bisogno – che la nostra Regione, amministrata da una maggioranza da cui provengono la Pezzopane e D’Alessandro, ha piena autonomia nella definizione della propria rete ospedaliera …..

 

                                                                                                              Carmine Fioriti

ospedale atessa 100718

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia