Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
L'assessore Menna: 'Ecco ...
menna vincenzo mauletto_10.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Il sindaco di Atessa: 'Ci...
robert venturi p_5.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Uniti per Atessa: esprimi...
logo uniti per atessa_22.jpg

12/09/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa: avviso pubblico per Istruttore Direttivo Amministrativo, il vincitore è l'ingegner Emilio Carafa

Visto 600 volte

COMMENTA

carafa 120918"Ecco il percorso , trasparente e accurato, seguito per la scelta di una professionalità che aggiunge nuove competenze al Comune di Atessa", così l'Amministrazione Comunale  si esprime per giustificare la nomina della nuova figura professionale che sarà da supporto per il Sindaco Borrelli in alcune delicate questioni di carattere amministrativo. La scelta è ricaduta sull'ingegner Emilio Carafa, da anni uomo di fiducia del primo cittadino, già candidato con il Movimento per Atessa Unita alle elezioni amminsitrative del 2012 e  che per diversi anni ha svolto un ruolo dirigenziale presso il comune di Mozzagrogna. Di seguito, il testo integrale della delibera di nomina:

IL SINDACO  RICHIAMATA  la  delibera  di  C.C.  n.  11  del  28.03.2018  con  la  quale  è  stato  approvato  il  Documento Unico di Programmazione (DUP) 2018-2020;  RICHIAMATA  la  deliberazione  della  Giunta  Comunale  n.  109  del  13.06.2018  con  la  quale  è  stato approvato il PEG per l’esercizio 2018;  RICHIAMATA  la  delibera  G.C.  n.  174  del  06.08.2018  con  oggetto  ”Modifiche  ed  integrazioni  al programma del fabbisogno del personale relativo al Triennio 2018/2020. Piano occupazionale 2018” nel quale veniva prevista, ai sensi dell’art. 110 co.1 del D.Lgs. 267/2000, la copertura a tempo determinato, con orario part-time, di una unità di Cat. D1 nell’Area Amm.va;  ATTESO che al fine di assicurare la massima trasparenza nel conferimento dell’incarico, è stata attivata apposita  procedura  di  selezione  mediante  pubblicazione  di  avviso  pubblico  e  con  modalità  di svolgimento in grado di garantire imparzialità, economicità e celerità di espletamento; RILEVATO:   che con determinazione n. 483 del 16.08.2018 è stato approvato l’avviso  per il conferimento di un incarico a tempo determinato part-time di 1 Istruttore Direttivo Amm.vo Cat. D1, ai sensi dell’art. 110  D.Lgs.  267/2000,  disponendo  altresì  la  pubblicazione  dell’  avviso    all’Albo  Pretorio,  sul  sito Internet  del  Comune,  nell’Amministrazione  Trasparente  nonché  diffusione  a  mezzo  stampa  tramite articolo su un quotidiano locale; che  con  la  determinazione  sopra  citata  veniva,  altresì,  nominata  la  Commisione  Tecnica composta  dal  Dott.  Enzo  Menna  -  Responsabile  del  IV  Settore  –  Presidente  –  dal  Prof. Avv. Andrea Filippini – OIV – componente – e dal Dott. Michele Berardi – Responsabile del III Settore – componente;  che la Commissione Tecnica come sopra composta, dopo aver effettuato l’esame dei 13 curricula pervenuti,  diretto  all’  accertamento  della  comprovata  esperienza  pluriennale,  della  specifica professionalità  nelle  materie  oggetto  dell’incarico  nonché  dell’attitudine  personale  del  candidato all’espletamento  delle  attività  proprie  del  posto  da  ricoprire,  in  relazione  alle  specifiche  esigenze professionali  dell’amministrazione,  selezionava  nr.  4  candidati  con  profili  rispondenti  ai  requisiti dell’avviso  e  li  convocava  il  giorno  07  settembre  2018  per  un  colloquio  informativo  e  di approfondimento;   che,  a  seguito  del  colloquio,  i  lavori  della  Commissione  si  concludevano  con  la  dettagliata verbalizzazione del profilo professionale di due candidati e, precisamente, dell’Ing. Emilio Carafa e del Dott.  Pietrantonio  De  Vitis,  in  quanto  altri  due  candidati  (Dott.  Massimo  Renzetti  e  Arch.  Marcello Liberatore) comunicavano la propria impossibilità ad accettare l’eventuale incarico;   che in data 10 settembre 2018, con nota prot. 19146, l’Ufficio Personale trasmetteva al Sindaco i verbali  della  Commissione  unitamente  ai  curricula  dei  due  candidati  Ing.  Emilio  Carafa  e  Dott. Pietrantonio De Vitis;  RILEVATO che l’individuazione e la nomina di  figure professionali ex art. 110 TUEL configura  un  atto  discrezionale  a  carattere  organizzativo  da  parte  del  Sindaco  rimesse  alla prudente  valutazione  di  quest'organo,  rispetto  alla  quale  la  norma  conferisce  un  ampio mandato,  tant’è  che  l’attribuzione  degli  incarichi  può  prescindere  dai  formalismi  delle procedure concorsuali;  CONSIDERATO: che anche se l’art. 110 TUEL avrebbe consentito di compiere una scelta fiduciaria, senza troppi vincoli, il Sindaco ha preferito seguire un percorso il più accurato e trasparente possibile di selezione pubblica, per aggiungere nuove competenze a quelle già esistenti nel Comune di Atessa; che è stata nominata una commissione di tre persone (tra cui l’OIV, l’Organismo Indipendente di Valutazione) che ha preso in considerazione i 13 candidati che hanno risposto all’avviso pubblico. Le valutazioni della Commissione sono contenute nei due verbali protocollati in data 10.09.2018; che  la  scelta  finale  tiene  conto  di  queste  risultanze.  Le  due  professionalità  emerse,  eccellenti entrambe, hanno caratteristiche diverse. Dall’esame comparativo effettuato dalla Commissione Tecnica e del relativo curriculum vitae , depositato agli atti dell’Ufficio Personale, emerge che il Pietrantonio De Vitis  è  un  esperto  soprattutto  in  materia  contabile,  fiscale  e  giuscontabile.  Il  Responsabile  di  questo Settore è stato già nominato, nel Comune di Atessa, poco tempo fa, dopo la richiesta di trasferimento della Dott.ssa Franca Mincarini in altra sede. Più rispondente ai requisiti del bando ed alle esigenze del nostro  Comune  risulta  il  profilo  di  Emilio  Carafa,  un  professionista  con  esperienza  ventennale,  che oltre le competenze tecnico-professionali, ha conoscenza della macchina amministrativa. Ha svolto, tra l’altro,  per  5  anni  un  ruolo  dirigenziale  nel  Comune  di  Mozzagrogna.  Un  ingegnere  conoscitore  di piattaforme informatiche specifiche ed estese, che si è occupato della programmazione e dell’attuazione di politiche territoriali. Una nuova risorsa che arricchisce le professionalità in servizio e non ingessa il bilancio municipale per i prossimi anni perché l’incarico è temporaneo e lascia liberi i posti in organico;  VISTO:  il  comma  10  dell'articolo  50  del  D.  Lgs  267/2000  e  s.m.i.  ai  sensi  del  quale  "Il  sindaco  e  il presidente della provincia nominano i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuiscono e definiscono gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna secondo le modalità ed i criteri stabiliti dagli articoli 109 e 110, nonchè dai rispettivi statuti e regolamenti comunali e provinciali";  l'art. 110 del D. Lgs citato ai sensi del quale "lo Statuto può prevedere che la copertura dei posti di  qualifiche  dirigenziali  o  di  alta  specializzazione,  possa  avvenire  mediante  contratto  a  tempo determinato di diritto pubblico o, eccezionalmente, con deliberazione motivata, di diritto privato, fermi restando i requisiti richiesti dalla qualifica da ricoprire" (articolo 110, comma 1);  VISTO  l’  art.  69  del  vigente  Statuto  Comunale,  il  quale  prevede  l’assunzione  a  tempo determinato, al di fuori della dotazione organica, di personale dirigenziale o di alta specializzazione, statuendo che detti contratti non possono essere trasformati a tempo indeterminato;  VISTI gli att. 54 e 55 del Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi approvato con  deliberazione  della  Giunta  Comunale    n.  53  del  04.03.2003  –  esecutiva  ai  sensi  di  legge  –  che disciplina    le  modalità  ed  i  criteri  per  la  copertura  di  posti  di  responsabilità  di  servizi  e  di  alta specializzazione al di fuori della dotazione organica;  VISTI l’ art.  50, comma 10, del del Testo Unico  delle leggi sull’ ordinamento degli enti locali ( D. Lgs. 267/2000 s e.m.i.) ,  D E C R E T A  PER QUANTO ESPOSTO IN PREMESSA   1)  DI INDIVIDUARE,  nell’Ing. Carafa Emilio, nato a Lanciano (CH) l’01.12.1967, la professionalità idonea,  così  come    resa  evidente  dalle  risultanze  dell’  esame  comparativo  effettuato  dalla Commissione Tecnica e dal relativo curriculum vitae depositato agli atti dell’ Ufficio Risorse Umane, cui conferire l’incarico di Istruttore Direttivo Amm. Vo – Cat. D1 -, procedendo alla stipulazione di apposito contratto a tempo determinato part time (30 ore settimanali),  ai sensi e per gli effetti dell’ art. 110, comma 1, del Testo Unico  delle leggi sull’ ordinamento degli enti locali (D. Lgs. 267/2000);  2)  DI STABILIRE che  la durata dell’incarico conferito decorre dalla data di stipulazione del contratto per un periodo di 1 anno rinnovabile sino e non oltre il mandato del Sindaco fatti salvi i casi di risoluzione anticipata del contratto come previsto dalla legge e dai contratti collettivi nazionali di lavoro;  3)  Di dare atto che:  l’incarico oggetto del presente decreto è revocabile anche prima della scadenza del termine suindicato, per:  a. intervenuti mutamenti organizzativi del Comune, adottati con le forme e le modalità previste dalla legge;  b. impossibilità di prosecuzione dell’incarico;  c. accertamento specifico di risultati negativi dell’attività del professionista incaricato;  - il rapporto è risolto di diritto nei casi previsti dall’art. 110 TUEL;  - che, inoltre, è esercitabile il diritto di recesso ad nutum da parte del Sindaco con preavviso di almeno 15 gg. senza alcun diritto se non agli emolumenti maturati in favore del professionista;  - che al presente decreto si applica la legge n. 241/90 e s.m.i. in tema di provvedimenti in autotutela;  - di rinviare per quanto non previsto nel presente provvedimento, al Decreto Legislativo 165/2001 e s.m.i., al Codice Civile ed al D. Lgs n. 267/2000 e s.m.i.;  4)  Di demandare all’ufficio del personale il riconoscimento del trattamento economico determinato in quello  stabilito  dalle  norme  contrattuali  del  comparto  Regioni/Autonomie  locali  in  vigore  al momento dell’assunzione, relativamente alla posizione economica iniziale della qualifica D1, come previsto  dal  vigente  Contratto  Collettivo.  Il  trattamento  previdenziale  ed  assistenziale  è  quello regolamentato  dalla  vigente  normativa  in  materia.  L’attribuzione  di  incarichi  di  responsabilità saranno determinati secondo le vigenti disposizioni contrattuali  e dei regolamenti interni. 5)  Nell’espletamento dell’incarico l’interessato dovrà rispettare il segreto d’ufficio e la riservatezza né potrà  svolgere  contemporaneamente  attività  lavorative  che  siano  in  contrasto  con  i  doveri  di imparzialità assunti verso il Comune e di incompatibilità previsti dalla legge;   6)  Di  dare  mandato  al  Responsabile  del  IV  Settore  –  Risorse  Umane  -  affinchè  provveda  agli  atti consequenziali,  ed  in  particolar  modo  alla  sottoscrizione  del  contratto  individuale  di  lavoro tenendo conto dei requisiti fondamentali stabiliti dal presente provvedimento.  D I S P O N E  Che copia del presente decreto venga trasmesso:   Ai componenti la Giunta comunale;   al Segretario Generale;   al Dirigente l’Area Tecnica;   all’Ufficio Personale;   all’OIV;   all’Ing. Emilio Carafa  e pubblicato all’Albo Pretorio, sul sito del Comune e nell’Amministrazione Trasparente nella Sezione dedicata.  

Dalla Sede Municipale, 11.09.2018   IL SINDACO     f.to Giulio Sciorilli Borrelli    

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia