Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Promozione Girone...
francesco gagliano-casalbordino p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Ortona: Lions Club, la ce...
tommaso dragani 2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Giovedì a Lanciano Giuse...
locandina people p.jpg

03/06/2019

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Fratelli d'Italia dice no allo smistamento degli extracomunitari ad Atessa

Visto 571 volte

COMMENTA

luca finocchio 030619

 

Comunicato Fratelli D'Italia
Fratelli d'Italia dice no allo smistamento degli extracomunitari ad Atessa.
È di questi giorni la notizia che il CAS di Villa Elce a Lanciano chiuderà i battenti, dopo tre anni dalla sua apertura la ASL e la Prefettura hanno ritenuto che non ci fossero più le condizioni necessarie per lasciarlo aperto. 
A detta delle autorità gli immigrati ospitati nel centro verranno smistati nelle strutture di Atessa e Torino di Sangro.
A questa notizia è insorta però la locale sezione di Atessa di Fratelli d'Italia che per bocca del suo portavoce Maurizio Falcone fa sapere che: " siamo esterrefatti da questa decisione, la logica vorrebbe che dopo tre anni non ci fosse un nuovo ricollocamento ma bensì un rimpatrio. Le dichiarazioni del Ministro dell'Interno ormai usate come slogan da più di un anno devono tramutarsi in fatti e non rimanere solo chiacchiere. Chiediamo alle autorità competenti di impedire questo nuovo arrivo, l'idea di avere altri extracomunitari nella nostra città con due euro e cinquanta in tasca e senza prospettive di futuro ci preoccupa e non poco." 
Ricordiamo che i dati del Viminale riportano dal gennaio di quest'anno poco più di 2100 rimpatri, 19 al giorno contro i 20 del passato governo. 
In merito a questa vicenda dice la sua anche Antonio Tavani coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia: " la nostra provincia ha già dovuto subire una politica indiscriminata sulla questione accoglienza, abbiamo avuto sul territorio anche centri che sono andati ben oltre il numero consentito di extracomunitari ospitati in strutture più o meno adeguate. Confidiamo nel sindaco Di Fonso che da tempo porta avanti una battaglia seria su questa questione anche quando era solo consigliere comunale. Fratelli d'Italia è per il blocco navale, per il divieto di sbarco e per il rimpatrio immediato. Fallite le prime due, non c'è ragione di smistare, smisteremmo pure disagi e problemi."

blocco navale 030619

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia