Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Falcone (M5S): 'Ospedale ...
falcone emilio 5_8.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Uniti per Atessa ai dissi...
logo uniti per atessa_61.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Villa Santa Maria, gli st...
Foto 5A p.jpg

13/01/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Il sindaco di Atessa: 'Ecco il nostro bilancio comunale. Con la realtà, piaccia o non piaccia, bisogna fare i conti! '

Visto 1457 volte

COMMENTA

Il sindaco di Atessa: "Ecco il nostro bilancio comunale. Con la realtà, piaccia o non piaccia, bisogna fare i conti! "

 

  BORRELLI 130120 Sarebbe auspicabile che tutti recuperassimo la capacità di confrontarci sui principali temi e questioni, seppur da visioni e opinioni politiche diverse, partendo però da dati oggettivi e certi, e non da facile propaganda e da tesi spesso stravaganti e infondate.  Come promesso, abbiamo deciso di pubblicare di seguito un prospetto sintetico e riassuntivo del nostro bilancio comunale, assestato 2019 (senza considerare gli investimenti per finanziamento delle opere pubbliche e le partite di giro), rendendolo il più fruibile possibile, perché possa costituire quella seria e oggettiva base di partenza di qualsiasi tipo di discussione. 

Dal quadro emerge chiaramente la rigidità che caratterizza il nostro bilancio e gli strettissimi margini di manovra che permette lo stesso. Ecco perché la nostra continua e mirata ricerca di finanziamenti sovracomunali, con la presentazione di progetti concreti e fattibili e la capacità di tessere un’idonea interlocuzione con gli altri livelli istituzionali.

 

    Nella prima delle 3 tabelle allegate, si mettono a confronto le voci di entrate e di spesa correnti del nostro Comune, nel rispetto del necessario pareggio di bilancio. Le entrate assicurate da imposte e tasse comunali (IMU, TASI, TARI e ADD. IRPEF) risultano senz’altro le più consistenti e importanti. Esaminando, però,  il lato delle spese correnti, ci si accorge che, fino all’ultimo centesimo, sono destinate a assicurare il funzionamento della macchina comunale, il costo del personale, i principali servizi ai cittadini e le principali prestazioni sociali, oltre a ripagare le quote capitali di mutui e i relativi interessi, accesi dalle precedenti amministrazioni.

 

   Nelle altre due tabelle, invece,  le entrate relative all’IMU (anno 2018) e alla TARI (anno 2019), vengono analiticamente scomposte, per far  meglio comprendere  ai cittadini, la destinazione del gettito derivante dagli immobili di categoria D (immobili per finalità produttiva o di servizi). Così vogliamo sfatare il “mito”, come preannunciato, che il nostro Comune avrebbe a disposizione immense risorse, derivanti da tasse o imposte proprie e garantite, in particolare, dalla zona industriale,  con le quali si potrebbe fare di tutto. Saremmo i primi a gioirne! Purtroppo non è così!

Finora non abbiamo potuto prendere ulteriori impegni finanziari, a causa della necessità di rimettere ordine nel bilancio e per adempiere alle rigorose prescrizioni della Corte Conti, che aveva mosso rilievi sull'eccessivo utilizzo dell'istituto dell'anticipazione di cassa della precedente amministrazione.

   Adesso, con fatica e con sacrificio di tutta la cittadinanza, siamo riusciti a ricreare la possibilità e gli spazi finanziari per contrarre nuovi mutui, nell’ambito ovviamente delle disponibilità di bilancio, per assicurare, così, alcune opere importanti per il nostro territorio. Continueremo a amministrare il bilancio attenendoci non tanto al pur doveroso rispetto della rigida normativa in materia di contabilità pubblica, ma soprattutto al principio del “ buon padre di famiglia”,  che è la diligenza nell’amministrare la cosa pubblica. Nella nostra martoriata Italia, questo antico principio si è purtroppo perso, se siamo riusciti ad accumulare un debito pubblico  che - come ci dice la Banca d’Italia-  ad ottobre 2019 è salito a 2.447 MILIARDI DI EURO, circa € 41.000 a italiano, compresi i neonati che -già dalla nascita- devono portate un fardello così pesante. Dalla realtà non si può fuggire: prima o poi, piaccia o non piaccia, bisogna farci i conti. Cerchiamo di non ripetere gli stessi errori del passato, soprattutto per l’amore che dobbiamo ai nostri figli e ai nostri nipoti.

BILANCIO CORRENTE 130120IMPOSTA MUNICIPALE 130120TARI 130120

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia