Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Settore Giovanile...
ortona juniores regionale 1p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
La Scuola Calcio Numero U...
presentazione scuola calcio numero undici p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Miglianico: novità nel s...
presentazione_2.jpg

27/06/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa, l'assessore Zaccardi replica a Fioriti sul decoro urbano:'Una denuncia che va a scapito dell'immagine del paese'

Visto 342 volte

COMMENTA

bcc 270620

L'assessore Zaccardi a Fioriti: "Una denuncia che va scapito principalmente dell'immagine del paese"

 

zaccardi 270620Il consigliere comunale Carmine Fioriti ( Progetto Atessa) è veramente a corto di argomenti.

Tant’è che dopo tre anni di interrogazioni a valanga, mirate solo a screditare l’azione dell’Amministrazione Comunale, non ha  mai fatto proposte concrete e realizzabili sulle questioni importanti che riguardano la nostra città. Lo dimostra nell’ultima interrogazione, in cui afferma che il centro storico atessano sarebbe “ un vero e proprio bioparco”  a causa  dell’avvistamento  di un topo e di un serpentello innocuo, la cui presenza del tutto eccezionale non è sicuramente un segnale  di abbandono  e di  inefficienza dell’Amministrazione. Spiace che a questa denuncia – che va a scapito principalmente dell’immagine del paese – si sia accodato il consigliere Emilio Falcone, del M5S.

fioriti 2709620L’Amministrazione Comunale, tramite la società EcolanS.p.a, che svolge il servizio di igiene urbana, ha predisposto un piano di derattizzazione, consistente nel posizionamento su  suolo pubblico, di trappole contenenti sostanze rodenticide. Le trappole vengono controllate mensilmente e ricaricate in base ai consumi rilevati. Il posizionamento delle trappole viene aumentato nelle diverse zone proprio in base agli avvistamenti.

I fattori principali che favoriscono l’incremento della popolazione murina  sono la disponibilità di tane come  magazzini chiusi o comunque non accessibili, spesso con pavimentazioni sconnesse o, peggio, in terra battuta, scantinati, edifici vecchi e fatiscenti, abitazioni chiuse e/o abbandonate ovvero la  disponibilità di cibo nelle aree di deposito di “rifiuto urbano”. Per quest’ultimo fattore, il sistema di gestione dei rifiuti urbani,  che è da anni strutturato su una raccolta domiciliare,  riduce sensibilmente le fonti di approvvigionamento di cibo dei ratti, anche se non le elimina del tutto.

Al di là delle affermazioni del consigliere Fioriti, questa Amministrazione non ha mai sottovaluto il problema e lo ha sempre affrontato con estrema serietà, al fine di tutelare il decoro del centro storico, la sicurezza e la salute dei cittadini.

 

L’Assessore all’Ecologia

e all’Igiene Urbana

Pasquale Zaccardi

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia