Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Altino: entra in funzione...
fontana del sindaco.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fondi per la manutenzione...
torrente appello 2p_3.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
A San Vito Chietino viene...
logo fratelli ditalia p_14.jpg

25/03/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa e la volontaria omessa richiesta di contributi a fondo perduto per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e territorio comunale: i consiglieri comunali di minoranza chiedono un consiglio comunale straordinario

Visto 835 volte

COMMENTA

mites 2503211

contributo a fondo perduto 250321I Consiglieri Comunali Sara CappelloneNicola CicchittiEmilio FalconeCarmine Fioriti e Enzo Pellegrini questa mattina hanno protocollato la richiesta di un Consiglio Comunale Straordinario per la trattazione del tema che in questi giorni sta animando l’opinione pubblica della Città di Atessa: la volontaria omessa richiesta di contributi a fondo perduto per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e territorio comunale.

Nonostante la conferenza stampa organizzata ad hoc da parte del Sindaco Borrelli nella giornata di ieri, i consiglieri di minoranza vogliono vederci chiaro e discuterne nelle sedi ufficiali, ossia quella dell’assise del Consiglio Comunale.

“È fuori da ogni logica di buona amministrazione” commenta Sara Cappellone “non rispondere ad un bando pubblico per intercettare risorse, giustificando il tutto con: “non preoccupatevi lo faremo l'anno prossimo”. Ogni buon amministratore ha il dovere di adoperarsi per dare il massimo e per migliorare la propria città o paese attraverso fondi extra-comunali. Riteniamo doveroso che la popolazione conosca e possa giudicare liberamente l'operato della Giunta Borrelli, soprattutto rispetto a questa spiacevole vicenda.”

“Nostro dovere sottoporre al Consiglio Comunale la questione” il parere di Nicola Cicchitti.

“Al di fuori di ogni logica partitica, la nostra richiesta” dichiara Emilio Falcone “si basa sulla discussione nelle sedi ufficiali, cosa che accade molto raramente nel nostro Comune. Infatti, i Consigli Comunali vengono convocati a distanza di alcuni mesi. Addirittura, le sedute della Commissione Urbanistica da me presieduta vengono declinate da vari componenti della maggioranza. Quando si presenta un problema, si cerca sempre si sviare l’attenzione su altro, cercando di confondere l’opinione dei nostri concittadini, facendo credere che “va tutto bene”. Di problemi ce ne sono, e la responsabilità sappiamo tutti a chi attribuirla. La cittadinanza non ne può più di questo immobilismo, soprattutto quando si danneggia il futuro dell’attività amministrativa. I problemi economici sono presenti ovunque, in qualsiasi ente locale. Ma far credere che questi soldi a fondo perduto, oggi non servissero al Comune di Atessa, è assurdo”.

Carmine Fioriti ha così sintetizzato la sua posizione: “Ho ritenuto opportuno richiedere un Consiglio Comunale Straordinario poiché il fatto di cui si parla in questi giorni è di una gravità eccezionale e non può assolutamente essere seppellito sotto conferenze stampa che rappresentano soltanto delle palesi arrampicate sugli specchi per nascondere le proprie incapacità. I cittadini di Atessa meritano di sapere se l’Amministrazione che hanno votato è in grado di portare avanti le istanze della cittadinanza o no. Per questo il Consiglio Comunale è il luogo ideale ove confrontarsi e cercare di trovare una verità, ma soprattutto per far “comprendere” che omissioni come quelle verificatesi rappresentano un danno irreversibile alla città ed al suo territorio” 

Questo il pensiero di Enzo Pellegrini “Credo sia necessario un confronto urgente nella sede più opportuna che è il Consiglio Comunale, per affrontare un tema così importante coinvolgendo tutte le forze politiche tramite un dibattito alla pari per informare la popolazione”.

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia