Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Fara San Martino: il Gove...
GRUPPO-MARSILIO.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5: la classifica...
di muzio luca-montesilvano c5 (2)_66.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5: la classifica...
milanese paolo-virtus san vincenzo vr (3)_3.jpg

24/09/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa: 'Riorganizzazione della rete ospedaliera regionale e dell’ospedale di Atessa: per il momento solo un’arma di distrazione elettorale!!''

Visto 1008 volte

COMMENTA

bcc 24092122

Comunicato Stampa Uniti per Atessa

Riorganizzazione della rete ospedaliera regionale e dell’ospedale di Atessa: per il momento solo un’arma di distrazione elettorale!!

Le 73 pagine dell’ultimo verbale del Tavolo di monitoraggio romano, fitte di rilievi, di richieste di chiarimenti, integrazioni e aggiornamenti, non appaiono affatto rassicuranti sullo stato di “salute” della nostra sanità regionale, contrariamente a quanto ci hanno voluto far credere i rappresentanti della Giunta regionale e i consiglieri comunali di opposizione del nostro Comune, nella loro ultima conferenza in piazza o nelle loro interviste, in vista soprattutto delle prossime elezioni amministrative.

Richiamiamo l’attenzione solo su alcuni  punti del citato verbale:
  1. Uno degli aspetti più preoccupanti è che  i conti economici,  comunicati dalla Regione, non tornano. Il Tavolo romano resta in attesa “…con dovuta tempestività, dell’aggiornamento di tutti i dati economici conformi a quanto depositato al NSIS” (nuovo sistema informativo nazionale in materia di sanità). E conclude : la bozza di Programma operativo 2019-2021 ultima trasmessa non è più assentibile” (cioè approvabile!!), perché non tiene  conto di quanto osservato dallo stesso Tavolo nelle precedenti riunioni e il programma non è stato adottato nei tempi congrui. In altre e più semplici parole: atteso che la rete ospedaliera rappresenta una parte del più ampio ed articolato piano sanitario ed operativo, discutere di essa senza il piano sanitario, equivale a discutere di aria fritta!!
  2. Senza un documento di programmazione approvato, l’Abruzzo non potrà – poi - fruire delle enormi risorse economiche destinate alle strutture ed alla rete sanitaria dei territori.
  3. Un capitolo specifico del verbale viene dedicato alla ASL Lanciano -Vasto-Chieti, nei cui confronti sono state rilevate gravi “discrepanze”, relativamente al completo recupero al 31.12.2020 delle prestazioni di specialistica ambulatoriale ed è stato evidenziato -nel contempo- che nulla  dice la Asl, nel medesimo senso,  in merito ai ricoveri
  4. Il capitolo del fabbisogno di personale è un altro sul quale il Tavolo ha espresso vari e pesanti rilievi, anche in ordine all’aggiornamento dei relativi dati economici, obiettando in particolare:
  • che il fabbisogno del personale è stato definito in funzione dell’attuale programmazione e pertanto "occorrerà una rivalutazione in funzione del mutato contesto che renderà necessario aggiornare il piano di fabbisogno di personale al fine di collegarlo all’attività erogata". Si sottolinea, inoltre, la necessità di un’analisi delle competenze e dei relativi profili "con una mappatura dinamica, con la quale si stabilisca una nuova configurazione del personale, sulla base anche di un confronto con altre regioni con strutture organizzative simili". In altre parole, per fare un ospedale, non è sufficiente solo ammodernare i locali, acquistare nuove apparecchiature, indicare i reparti che si ha intenzione di aprire, ma è anche e soprattutto necessario formulare un coerente fabbisogno di personale, medici e infermieri, che quei reparti possano far “vivere” e funzionare.            
  • Relativamente all’intenzione della Regione di porre in essere azioni volte a favorire la mobilità del personale (singolo o in equipe) per facilitare la copertura dei presidi delle zone più disagiate (come Atessa), nonché alla creazione di vari gruppi di lavoro, il Tavolo chiede di conoscere se per tali attività siano previsti eventuali oneri e, nel caso, di evidenziare la motivazione posta a fondamento di tale scelta.
  1. Per quanto concerne la mobilità ospedaliera passiva verso altre regioni, ed in particolare i ricoveri per acuti in regime “ordinario”, per l’anno 2019 si registra un aumento del 16,7% rispetto all’anno precedente. Ciò vuol dire che i nostri cittadini non hanno molta fiducia nella sanità regionale abruzzese. Ovviamente la mobilità passiva produce enormi costi, che vengono sottratti alla nostra sanità.
  2. Mentre, però, costringiamo i nostri pazienti ad andare a curarsi in maniera adeguata presso altre Regioni, il Tavolo rileva che “il tasso di occupazione della dotazione di posti letto risulta al di sotto dello standard di riferimento del D.M. 70/2015 (75,0% vs 90%)”. In altre parole, il Tavolo nel lanciare un “allarme target”, al fine di evitare il taglio di posti letto nei nostri ospedali, chiede di conoscere le azioni poste in essere dalla Regione al fine di ricondurre l’indicatore entro adeguate soglie per tali strutture.

Nonostante questo quadro , certamente non rassicurante , l’assessore Veri’ , nella sua recente visita a Villa Santa Maria, ha assicurato che “a breve” l’ ospedale di Atessa sarà pienamente funzionante. Staremo a vedere!!
Per quanto riguarda lo smantellamento del nostro ospedale e l’attuale spoliazione di “attrezzature”, che continua  anche in questi giorni (come testimoniano le immagini pubblicate), vorremmo però ricordare all’assessore Verì che i soldi per l’ammodernamento del San Camillo de Lellis, e per l’acquisto di attrezzature e posti letto, derivano unicamente dai finanziamenti statali erogati per l’emergenza Covid o da risorse private donate  in favore del nostro ospedale ( e non certo da finanziamenti regionali). Sarebbe forse il caso che quelle attrezzature restassero dove sono!

   Resta tuttora irrisolto il problema del Distretto Sanitario di Base, smantellato in 48  ore un anno e mezzo fa, e non ancora riportato nel nostro Comune.                                  

La pazienza dei cittadini ha un limite!

ospedale atessa 240921
torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia