Sei in: ATESSA -> ECONOMIA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
perano-di santo dionisio 2_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Il Presidente Regionale d...
bellisario gianni (2)_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Seconda Categoria...
faresina-serrese 4_1.jpg

07/05/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
BCC Sangro Teatina, rinonvamento nella continuità: Pachioli eredita da Di Giacomo una Banca in salute

Visto 1057 volte

COMMENTA

BCC SANGRO TEATINA, RINNOVAMENTO NELLA CONTINUITÀ:

PACHIOLI EREDITA DA DI GIACOMO UNA BANCA IN SALUTE

vincenzo pachioli 070518 

L’assemblea dei soci ha dato il via libera anche al consuntivo 2017. Il nuovo presidente: “Continuerò il prezioso ed efficace lavoro al servizio di una vera banca del territorio”

 

Atessa, 7 maggio 2018 – Dopo vent’anni, Pier Giorgio Di Giacomo (nella foto sotto)lascia la presidenza di Bcc Sangro Teatina. Vent’anni straordinari, fatti di sviluppo e consolidamento patrimoniale, di ampliamento delle filiali sul territorio, di crescita della fiducia di soci e clienti, ma anche di strenua difesa dell’indipendenza e dell’autonomia di quella che, ad oggi, rimane una delle poche banche realmente del territorio in Abruzzo e Molise, dopo anni di desertificazione dell’intero sistema creditizio nelle due regioni. E Vincenzo Pachioli (nella foto in alto), il successore di Di Giacomo eletto ieri domenica 6 maggio dall’assemblea dei soci che si è svolta ad Atessa, già presidente del consiglio sindacale negli ultimi anni, raccoglie il testimone con un impegno chiaro: dare continuità all’eccellente lavoro svolto negli anni.

piergiorgio di giacomo bcc 070518

Un lavoro certificato dai numeri del bilancio consuntivo 2017, approvato dall’assemblea e presentato da Fabrizio Di Marco, direttore generale di Bcc Sangro Teatina insieme a Antonio Simone, responsabile area amministrativa: la più antica banca di credito cooperativo di Abruzzo e Molise, che il 3 maggio ha compiuto i 115 anni di età, può vantare il CET1 Ratio, che rappresenta il parametro di riferimento per la solidità, pari al 15,17 per cento, nettamente al di sopra dei limiti minimi fissati dalla Banca d’Italia (8,57 per cento) e della media espressa dal sistema bancario (12,5 per cento). Il patrimonio è di circa 30 milioni, il margine di intermediazione è cresciuto del 2,2 per cento, mentre in media per le Bcc c’è stato un calo del 2,5 per cento. Le spese del personale e quelle amministrative sono diminuite rispettivamente del 2,1 e del 2,5 per cento. Anche quest'anno, sacrificando il risultato d'esercizio, con la prudenza che contraddistingue la banca, la copertura delle partite anomale si è attestata al 50,11 per cento, mentre la media per le banche medio piccole è del 47,5 per cento. La raccolta totale ha raggiunto i 357 milioni, mentre gli impieghi si sono attestati a 218 milioni. In questo ultimo decennio di crisi, la raccolta complessiva è aumentata da 236 milioni a 357 milioni: un più 51,27 per cento (attestazione concreta della fiducia); gli impeghi da 148 milioni a 218 milioni, più 47,29 per cento, che significano sostegno concreto all’economia del territorio abruzzese e molisano di competenza. L’anno scorso, inoltre, sono stati 221 mila gli euro concessi ad associazioni, enti e iniziative di carattere culturale, sociale e ricreativo. L’utile si è attestato a 60 mila euro, mentre i soci sono 4.162.

bcc 0705181

“In questi anni – ha detto Pier Giorgio Di Giacomo – ho svolto il lavoro di presidente con onestà, impegno e indipendenza intellettuale. Anche se nell’operare quotidiano avrò sicuramente fatto errori, li ho fatti sempre nella convinzione di aver preso le decisioni ritenute utili per la banca e i suoi soci. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto: da parte mia c’è la consapevolezza di aver dedicato parte della mia vita ad un’attività utile per la nostra comunità. Esprimo al prossimo consiglio e al prossimo presidente l’augurio di continuare a lavorare con professionalità, serietà e spirito collaborativo”.

Da parte sua, Vincenzo Pachioli, neo presidente di Bcc Sangro Teatina, ha affermato che “la nostra banca ha avuto, ha e avrà un ruolo importante per lo sviluppo, la crescita economica e sociale delle nostre comunità. È un’istituzione da difendere, da accrescere e conservare nel superiore interesse di tutti, i soci, i clienti, i dipendenti, i collaboratori, le famiglie le imprese. Il gruppo che si è proposto alla gestione della società per il prossimo triennio è consapevole delle condizioni in cui le banche, e quindi anche la nostra, si trovano ad operare, le difficoltà, la crisi che non si riesce a mettere alle spalle, il mercato che è notevolmente mutato e non da ultimo le regole, sempre più stringenti a cui è sottoposta l’attività bancaria, sia di emanazione comunitaria che nazionale. Fino ad oggi nella gestione l’attenzione è stata posta nella messa in sicurezza la banca, che ha indici patrimoniali di solidità di tutto rispetto e indici di copertura del credito deteriorato importanti, sicuramente bisogna recuperare redditività che nelle attuali condizioni non potrà avvenire sul margine di interesse ma aumentando i ricavi da servizi”.

Il consiglio di amministrazione per il triennio 2018-2021 sarà composto da Vincenzo Pachioli, Nicola Apilongo, Danilo Di Paolo, Vincenzo Cinalli, Alfredo Iovacchini, Ida Campanella, Franco Di Nucci, Maria Santini, Alfonso Tambanella, Carmine De Luca, Rocco Junior Flacco. Il collegio sindacale sarà composto da Gabriele Bascelli (presidente), sindaci effettivi Remo Bello e Antonio Zinni, sindaci supplenti Elita Di Croce e Franco Ricciuti. Collegio dei Probiviri, infine: Ermanno Alfonsi (presidente), membri effettivi Luigi Silveri e Angelina Zeffiro, membri supplenti Luigi Cuonzo e Anna Rosa Macatiello.

Nel corso dell’assemblea si è svolto con il consueto Cerimoniale dei Valori. È stato premiato il socio da più di quarant'anni, Saverio Colantonio. Consegnati anche i Premi allo Studio a Domenico Aquilante, laurea triennale in Tecnologie Forestali e Ambientali (110 e lode), Gianluca Ciancaglini, laurea triennale in Nuove Tecnologie dell'Arte e Progettazione Multimediale (110          e lode), Erica Ciarabellini, laurea magistrale in Ricerca Storica e Risorse della memoria (110 e lode), Marco D'Alonzo, diploma liceo scientifico (100 su 100), Valeria De Blasio, laurea triennale in Tecniche di laboratorio Bioimediche (110 e lode), Federica De Laurentiis, Laurea magistrale in Finanza e Assicurazioni (110 e lode), Giulia Del Sindaco, laurea magistrale in Medicina e Chirugia (110 e lode), Elia Di Donato, laurea magistrale in Economia Aziendale (110 e lode), Adriano Di Giacomo, diploma Servizi per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera (100 su 100), Raffaella Di Giacomo, laurea corso unico Giurisprudenza (110 e lode), Andrea Di Marco, laurea specialistica in Economia (110 su 110), Francesco Di Nucci, laurea triennale in Scienze e Tecnologie Alimentari (110 e lode), Francesco Fioriti, laurea triennale in Biotecnologie (110 e lode), Emanuele Marra, diploma in Amministrazione, Finanza e Marketing (100 su 100), Federica Masciotra, laurea magistrale in Economia Aziendale (110 e lode), Eleonora Milanese, laurea magistrale in Lingue e letterature Europee e Americane (110 e lode), Romina Milanese, laurea corso unico Medicina e Chirurgia (110 e lode), Domenico Molisani, laurea triennale Viticolture ed Enologia (110 su 110), Marco Palucci, laurea corso unico in Medicina e Chirurgia (110 e lode), Giulia Palumbi, laurea Magistrale in Economia e Commercio (110 e lode), Luca Pomilio, laurea magistrale in Filosofia (110 e lode), Loris Santone, laurea magistrale in Ingegneria delle Costruzioni (110 e lode), Chiara Saraceni, laurea triennale in Economia, Mercati e Sviluppo (110 e lode), Alessio Spinelli, laurea magistrale in Economia Aziendale (110 su 110), Francesca Tinaro, laurea corso unico in Architettura (110 e lode), Arianna Travaglini, diploma maturità scientifica (100 su 100). I Bonus Bebè sono andati ai piccoli Francesco Antonini, Angela Apicella, Giosuè Barattucci, Anna Sofia D'Alonzo, Anna D'Amario, Sebastiano Di Risio, Michela Falasca, Allegra Filomena Fioriti, Alex Mario Luciani, Matilde Marinelli, Noemi Mazzocchetti, Anita Pagliarone, Carlotta Rossi, Gaia Travaglini, Francesco Valerio. Consegnati, infine, i riconoscimenti ai dipendenti della banca da più di venticinque anni: Franca Di Nella, Antonella Mancini, Fabrizio Di Marco, Nicoletta Falasca, Enrico Fidelibus, Camillo Di Sario, Felice Zaccardi, Raffaele D’Ugo, Carmen Lemme, Claudio Carnazza e Lello De Vita. (nella foto sotto)

dipendenti bcc da 25 anni 070518

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia