Sei in: ATESSA -> ECONOMIA
Inserito da Antonio Calabrese
Fossacesia: Confcommercio...
progetto rimpiattino.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Semifinale Play-O...
vis cerratina-faresina 8_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Finale Play-Off S...
vis cerratina-faresina 3.jpg

30/04/2019

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Disagi nel trasporto pubblico, la UILM lancia l'allarme: lavoratori Sevel rischiano la vita per 100 metri

Visto 282 volte

COMMENTA

luca finocchio 3004191

Comunicato stampa

Disagi nel trasporto pubblico: Lavoratori Sevel rischiano la vita per 100 metri.

“Per i lavoratori della SEVEL dei reparti Finizione e Verniciatura nuova che utilizzano l’uscita 24, salire e scendere dai pullman è diventato un pericolo quotidiano. Infatti questi lavoratori sono costretti a prendere i pullman in prossimità di una rotonda, nonostante la Regione Abruzzo abbia disposto, a soli 100 metri di distanza, una fermata sicura ed adeguata.

Per alcune autolinee rispettare la sosta stabilita non sembra costituire un problema, mentre altre, probabilmente per risparmiare qualche minuto, si fermano nei pressi della rotonda, mettendo a rischio l’incolumità dei lavoratori che devono salire o scendere dal mezzo. Tutto ciò accade durante il cambio dei turni di lavoro in Sevel e nell’area industriale di Val di Sangro quando il traffico è particolarmente intenso.

Anche per le ore notturne, nel passaggio tra il secondo e il terzo turno, la situazione è identica con il maggiore pericolo rappresentato dal buio o, a volte, dalla pioggia che riducendo la visibilità aggravano ulteriormente il rischio di incidenti.

Tutto questo nonostante la Sevel abbia creato, dall’uscita n.24, un percorso pedonale con dei camminamenti, marciapiedi e una pensilina in fase di completamento.

Perché i lavoratori devono rischiare la vita per soli 100 metri in più da percorrere?

La RSA della UILM Sevel ribadisce che la salute e la sicurezza dei lavoratori non deve mai essere messa in discussione e deve essere sempre al primo posto sia dentro che fuori dall’azienda.

Chiediamo quindi alla Regione Abruzzo e all’Assessore ai trasporti di intervenire e imporre ai gestori delle autolinee di utilizzare la fermata stabilita all’uscita n.24 della Sevel, prima che accada qualcosa di irreparabile.”

Atessa, 30 aprile 2019.

 

La RSA UILM

       Sevel

sevel 3004191

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia