Sei in: ATESSA -> CULTURA
Inserito da Antonio Calabrese
Covid-19, Schael: 'Sei gi...
vaccinazione san vito 3.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Confcommercio contro l’...
marisa tiberio p_6.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Arriva anche ad Atessa il...
logo autonomi e partite iva.jpg

23/01/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa: l'arte di AFAN (Alessandro Fantini) torna a Los Angeles per i fratelli Eno

Visto 463 volte

COMMENTA

mites 230121

L’arte di AFAN torna a Los Angeles per i fratelli Eno

 

 

A quasi 8 anni dalla partecipazione alla collettiva di pittura “Green Blood” tenuta nella Flower Pepper Gallery di Old Pasadena, l’arte di AFAN alias Alessandro Fantini torna in California sotto forma di video musicale. Quello dell’artista originario di Atessa è stato dapprima uno dei 200 filmati selezionati tra i 1800 pervenuti da tutto il mondo per comparire nella shortlist che, sul sito ufficiale, accompagna le tracce dell’album di musica ambient “Mixing Colours” pubblicato lo scorso marzo da Brian e Roger Eno. In risposta all’invito dei due musicisti di girare un piano sequenza che restituisse in chiave videopoetica lo stato mentale del primo lockdown, AFan ha cristallizzato in una sorta di “tableaux vivant”, di quadro vivente, il crepuscolo contemplato dalla loggia naturale del Monte San Silvestro, in Val di Sangro, che tra la Majella e il Gran Sasso trascolora dall’arancio al verde sulle note sospese di “Verdigris”, traccia associata al video che ne scandisce la durata. Contro la maestà geologica delle montagne, l’ombra fantasmatica dello stesso artista appare e scompare, evocando il raccordo allegorico tra lo spirito erratico della condizione umana e l’immanenza enigmatica della Natura.

 A coronamento di questo progetto che segna la seconda collaborazione dei fratelli britannici di fama internazionale dopo il seminale “Apollo: Atmosheres and soundtracks” del 1983, dal 22 gennaio al 21 febbraio i due musicisti proietteranno il video di AFan nell’installazione multimediale “A Quiet scene” insieme ad una cernita dei video della shortlist. L’installazione, realizzata in cooperazione con la radio losangelina Dublab, verrà allestita nell’ampio spazio pubblico del Music Center di Los Angeles, avvalendosi dei maxi-schermi a LED e dell’impianto audio surround collocati nella Jerry Moss Plaza. Non è la prima volta che la creatività “multimedianica” dell’artista abruzzese, attivo dagli anni ‘90 come compositore, pittore,  filmmaker e scrittore, ottiene questo genere di riconoscimenti sulla scena musicale internazionale. Nel 2017 è stato premiato da Mike Oldfield (autore dell’immortale “Tubular Bells”) per un dipinto ispirato dall’album “Ommadawn”, mentre dal 2018 il suo video animato per il brano “The Heart of Noise part 2” di Jean-Michel Jarre è presente sul canale YouTube del celebre musicista francese che nel 2004 aveva già incluso un autoscatto di AFan nel booklet della raccolta “Aero”.

 locandina afan 230121

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia