Sei in: PESCARA -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: Consiglio Comunal...
atessa-consiglio comunale 1_51.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fossacesia, il Comune dia...
FOSSACESIA-RIUNIONE COMUNE BALNEATORI p 280520_1.jpeg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: la classifica mar...
baldeh buba-carunchio_8.jpg

02/04/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Covid Hospital ad Atessa, il Sindaco Borrelli replica a Schael: 'L'asticella purtroppo, qui, è stata posta troppo in basso'

Visto 1326 volte

COMMENTA

bcc 020420

BORRELLI A SCHAEL: "L'ASTICELLA PURTROPPO, QUI, E' STATA POSTA TROPPO IN BASSO"

 

ADESSO BASTA! Il Comune di Atessa non ha potuto offrire la disponibilità del centro polivalente di Monte Marcone (presso il quale la ASL non ha mai fatto un sopralluogo) in quanto, tra l'altro, alla struttura manca il collaudo tecnico-amministrativo. Sarebbe pertanto fuori legge collocarvi i servizi distrettuali. 

 

 

Il Comune aveva offerto il centro Codemm alla ASL che vi ha compiuto un sopralluogo in data 16 marzo. Inizialmente la stima dei lavori di ristrutturazione era molto più contenuta e il piano sembrava di facile realizzazione. (Allego la lettera che ho scritto alla ASL, senza ricevere risposta)

 

Ora, le considerazioni tecniche, economiche e scientifiche non spettano al Comune  - che dall’inizio ha offerto alla ASL e alla Regione la massima collaborazione per affrontare l’emergenza COVID, prioritaria in questo momento - ma come sindaco comprendo le preoccupazioni dei cittadini che si sono visti spogliare di tutte le unità operative ospedaliere e di tutti i servizi distrettuali, inclusi il pronto soccorso, la guardia medica e il centro vaccinale.

 

 

Non è accaduto da nessun’altra parte che, per mettere su un COVID hospital  - per paucisintomatici (come il nostro) o con la rianimazione (come Chieti e Vasto) - tutto il resto fosse trasferito in altri Comuni.

 

Negli ultimi giorni abbiamo provato ad abbassare i toni della polemica nonostante la confusione e l’incertezza in cui è piombata la comunità viste tutte le vicissitudini, le affermazioni e gli atti confusi e contraddittori che hanno interessato il "San Camillo del Lellis" dal 12 marzo fino ad oggi. Apprezziamo anche la " TAC 64 strati", presa a noleggio, ma non possiamo accettare che il Direttore Generale della ASL intervenga tramite comunicati stampa nelle polemiche politiche nate sui social cittadini a seguito di affermazioni di un consigliere comunale di minoranza. 

 

Come si fa a non capire che oltre alle difficoltà - come dappertutto - per l'emergenza coronavirus, le comunità che gravitano attorno all'ospedale di Atessa vivono un disagio aggiuntivo determinato dalla spoliazione di tutti i servizi sanitari che prima avevano? Questa spoliazione è stata accompagnata da delibere, dichiarazioni aziendali e politiche ambigue e contraddittorie che, di volta in volta, scaricavano colpe e responsabilità o sul governo nazionale o sul sindaco. Noi siamo disponibili a collaborare, ma non è vero - come afferma il Direttore generale della ASL - che qui venga "spostata ogni giorno in alto l'asticella delle richieste". L'asticella, purtroppo, è stata messa troppo in basso.

Atessa, 28 marzo 2020

 

 

                                                                               Al Direttore Generale

                                                                               della Asl

                                                                               Lanciano-Vasto-Chieti

                                                                               Ing. Thomas Schael

 

                                                                               Al Direttore Sanitario

                                                                               Dott. Angelo Muraglia

 

 

 

 

OGGETTO: Trasferimento servizi del DSB.

 

 

          Il Direttore generale della Asl Thomas Schael, il Dott. Angelo Muraglia, il Sindaco di Atessa Giulio Borrelli, l’Assessore Vincenzo Menna, il Direttore dell’Unità Operativa investimenti, patrimonio e manutenzione della Asl, Ing. Filippo Manci, hanno compiuto, in data 16.03.2020, un sopralluogo presso l’Ospedale di Atessa.

 

          In quella occasione, considerato che il Direttore Generale aveva detto che il nosocomio doveva essere sgomberato di ogni struttura ospedaliera e distrettuale, è stato deciso di trasferire il DSB (Distretto sanitario di base) presso l’edificio comunale sito in Viale Rimembranza (ex Codemm), dando mandato ai tecnici di definire subito le procedure operative.

 

          Anche il Dr. Fioravante Di Giovanni, Direttore del Nucleo operativo distrettuale Sangro-Aventino nonché le Dott.sse Donatella Belfatto e Ada Mammarella, Dirigenti IESP, avevano espresso parere positivo al trasferimento del distretto sanitario presso detti locali.      

 

          Il giorno successivo, 17 marzo 2020, alla presenza dell’Assessore Vincenzo Menna e dell’Ing. Emilio Carafa, in rappresentanza del Comune di Atessa, e dell’ Ing. Filippo Manci, del Geom. Vincenzo Stampone e altro Tecnico in rappresentanza della ASL, è stato effettuato un sopralluogo congiunto presso l’edificio in Viale Rimembranza.

 

          In tale circostanza, vista la suddivisione degli spazi del corpo di fabbrica, nonché lo stato di conservazione dei sistemi edilizi ed impiantistici, considerando altresì la presenza di due distinti alloggi di diversa grandezza debitamente serviti da ingressi separati e facilmente accessibili anche per i portatori di handicap, la sede è stata ritenuta idonea per ospitare i servizi di guardia medica e del distretto sanitario di base.

 

          I tecnici hanno concordato di eseguire solo alcuni interventi per la ridistribuzione degli spazi interni al fine di ottimizzarli alle funzioni richieste.

 

          Da parte della ASL, fu data piena disponibilità ad eseguire detti lavori a proprie cure e spese, salvo concordare successivamente con il Comune una formula di compartecipazione alle stesse.

 

          Nel contempo, sono stati forniti, ai tecnici della ASL, una documentazione tecnica per predisporre la progettazione di adeguamento funzionale e copia delle chiavi di accesso alla struttura proprio in virtù dell’urgenza di dover procedere, rapidamente, all’esecuzione dei lavori necessari.

 

          Per quanto sopra, si invita codesta ASL ad utilizzare l’edificio comunale sito in Viale Rimembranza per i servizi del DSB, al fine di evitare ulteriori disagi alla popolazione di un intero territorio, già provata dalla emergenza legata al Coronavirus.

 

          In attesa di un cortese e sollecito riscontro, si porgono cordiali saluti.

 

 

                    Il Sindaco                                 Il Presidente del Consiglio Comunale  

          Giulio Sciorilli Borrelli                                           Enrico Flocco                                      

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia