Sei in: CHIETI -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Mamma 19enne da alla luce...
infermiere lanciano 270121 p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
2 X 2 Sotto a chi tocca (...
2x2 sotto a chi tocco-quattordicesima puntata.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Articolo Uno: Atessa, ben...
logo articolo uno.jpg

09/11/2020

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Covid-19, a Chieti posti letto in esaurimento ma si lavora a una nuova riorganizzazione. Schael: 'Nessuno resta fuori'

Visto 790 volte

COMMENTA

mites 0911202

Covid-19, a Chieti posti letto in esaurimento ma si lavora a una nuova riorganizzazione. 

Schael: "Nessuno resta fuori"


 thomas schael 091120Si corre per ampliare il numero di posti letto per i malati Covid, ma sembrano non bastare mai. Questa la situazione oggi all’ospedale di Chieti, dove i ricoverati sono saliti a 83, dopo che è stata offerta la disponibilità ad accogliere anche alcuni pazienti delle Asl di Aquila e Teramo, in particolare affanno. 

“Stiamo studiando tutte le soluzioni possibili - rassicura il Direttore generale della Asl Thomas Schael - per aver maggiore disponibilità di posti letto, ma questo non vuol dire che non saranno ricoverati altri pazienti che dovessero arrivare nelle prossime ore. Nessuno sarà rimandato indietro, e ognuno troverà posto in qualche modo nelle nostre strutture. E quanto accaduto nella giornata di ieri, con le ambulanze rimaste in attesa sul piazzale del Pronto Soccorso, non deve far prefigurare scenari apocalittici: i mezzi sono arrivati in contemporanea, e per evitare che si trovassero insieme al triage pazienti Covid sospetti o accertati con altri malati, si è preferito lasciarli in ambulanza in attesa dei risultati del tampone rapido, che necessita di poco più di venti minuti. L’attesa, quindi, è stata determinata da una scelta di tipo prudenziale, e non dalla difficoltà a trovare una collocazione”. 

Intanto oggi la Rianimazione dell’ospedale di Vasto ha aperto ai malati Covid, e i 4 posti letto a disposizione sono stati già occupati.

Per la giornata di domani è stata indetta una riunione dell’Unità di crisi della Asl, durante la quale saranno messe a punto nuove misure per riorganizzare l’assistenza, nell’ambito delle strutture aziendali, e individuare altri spazi da destinare ai contagiati.

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia