Sei in: CHIETI -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Ortona: grande successo p...
supermoto ortona 2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
'Progetto South Beach al ...
cementificazione molise 1p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Erosione costiera, a Foss...
FOSSACESIA MARINA.jpeg

01/03/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Nuovo esposto delle associazioni del Coordinamento Tu ViVa su secondo stabilimento in costruzione a Fossacesia. 'Ancora cemento sulla spiaggia, ancora a poca distanza dall'acqua. E il paesaggio? E il rischio erosione?'

Visto 920 volte

COMMENTA

mites 010321

 

Comunicato stampa 1 marzo 2021

Nuovo esposto delle associazioni del Coordinamento Tu ViVa su secondo stabilimento in costruzione a Fossacesia.

Ancora cemento sulla spiaggia, ancora a poca distanza dall'acqua. E il paesaggio? E il rischio erosione?

Sono già 5 gli esposti di altrettante associazioni facenti parte del Coordinamento per la Tutela delle Vie Verdi d'Abruzzo depositati in queste ore alla Procura di Lanciano, al gruppo aeronavale della Guardia di Finanza, al Comune di Fossacesia, alla Regione Abruzzo e alla soprintendenza per chiedere verifiche sul cantiere di un nuovo stabilimento a Fossacesia.

Dopo le polemiche e il sequestro di uno stabilimento più a sud, in questo caso si tratta del rifacimento di uno stabilimento già esistente nei pressi di Fossacesia marina.
stabilimento fossacesia 1 010321
Dalle immagini emerge che anche questo stabilimento sorgerà a pochissima distanza dal bagnasciuga, anche se leggermente maggiore rispetto all'altro stabilimento sequestrato nelle scorse settimane dopo le segnalazioni delle organizzazioni del Coordinamento.

Le associazioni chiedono di verificare se i materiali utilizzati, in particolare quelli costituiti da cemento, non siano in contrasto con le norme del Piano del Demanio marittimo Regionale che prescrive l'utilizzo di materiali eco-compatibili sull'arenile nonché con l'art.21 del Piano del demanio comunale che impone l'utilizzo di legno, acciaio o vetro.

Inoltre, vista la mole del manufatto in corso di completamento, per le associazioni serve una verifica sulla superficie dello stabilimento realmente autorizzabile in considerazione del fenomeno erosivo che sembra aver comportato una riduzione della profondità della spiaggia.

Infine, si chiede comunque di valutare tutte le distanze, compresa quella dal bagnasciuga (5 metri), che deve essere rispettata in qualsiasi momento, anche durante le mareggiate. In realtà il Piano spiaggia del Comune imporrebbe una distanza di 25 metri!

 

In generale le associazioni ritengono paradossale che da un lato si continui a permettere di costruire a poca distanza dal bagnasciuga e dall'altro, come accaduto qualche giorno fa, il sindaco reclami costosi interventi contro l'erosione.
COORDINAMENTO PER LA TUTELA DELLE VIE VERDI D'ABRUZZO

stabilimento fossacesia 2 010321

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia