Sei in: CHIETI -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio (Coppa Italia-Ecce...
miglianico-chieti p_3.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
'La musica e le Feste Pat...
logo liberatessa 2017_11.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Feste patronali, l'assess...
menna vincenzo mauletto_7.jpg

11/08/2018

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Rincaro dei buoni pasto scolastici, Uniti per Atessa replica al consigliere Fioriti: ‘Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni’

Visto 262 volte

COMMENTA

bcc 1108181

Rincaro dei buoni pasto scolastici, Uniti per Atessa replica al consigliere Fioriti:  ‘Ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni’

   uniti per atessa 110818Le tariffe per il servizio di refezione scolastica non sono state raddoppiate, come sostiene Progetto Atessa, ma sono state rimodulate secondo il criterio della progressività sulla base della condizione economica indicata dall'ISEE, che tiene conto del reddito, del patrimonio e della composizione del nucleo familiare. Abbiamo tenuta ferma l'esenzione per quelli più bassi e previsto aumenti nell'ordine di pochi euro a settimana per quelli più alti.

  Nella Costituzione repubblicana sono sanciti i princìpi di uguaglianza sostanziale e di progressività della tassazione, cui si stanno uniformando tutte le amministrazioni (a prescindere dal loro orientamento politico) prevedendo una differente tassazione dei servizi a domanda individuale sulla base dell'ISEE. Molte amministrazioni di centrodestra a noi limitrofe -anche se Fioriti era distratto- hanno adottato lo stesso criterio ed invitiamo la Cittadinanza ad un confronto con le tariffe applicate in altri Comuni, come San Salvo, Ortona e Paglieta!

   Far pagare a tutti indistintamente la stessa tariffa determina una disuguaglianza di fatto nell'accesso ai servizi e nel loro godimento. E' proprio con l'introduzione del criterio della progressività sulla base dell'ISEE che si evita quel fenomeno di "conflitto" che il Consigliere di Progetto Atessa tanto teme. Se tutti pagano uguale, chi ha meno risorse (la gran parte delle famiglie) è inevitabilmente portato a chiedersi perché paghi come chi ne ha di più o perché questi paghino come loro. E sinceramente non riusciamo a dire quale delle due riflessioni sia peggiore e umiliante!

   Ci farebbe tanto piacere che il Consigliere Fioriti, preso atto della situazione finanziaria del Comune, ci indicasse per quale "ben altro" dovrebbe passare la "sanatoria" del bilancio se non per una dettagliata verifica per capitoli di spesa e relativi capitoli di entrata.

 

  Cogliamo l'occasione per tranquillizzare i Cittadini su alcuni fatti:

  • A breve saranno a disposizione tutte le informazioni e la modulistica necessarie;
  • Quando l'Amministrazione avrà un quadro completo della consistenza della classi ISEE, procederà a una valutazione di possibili equi correttivi;
  • Allo stato attuale non è prevista alcuna rivoluzione per la lotta di classe, ma una attenta amministrazione secondo il mandato datoci dai Cittadini! 

o    Il principio "ognuno secondo le sue capacità, a ognuno secondo i suoi bisogni" è stato espresso , dagli atti degli apostoli a un filosofo dell'Ottocento,  per andare oltre la lotta di classe e creare una società più giusta.

 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia