Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
Ortona, Eduardo Grumelli ...
eduardo grumelli udc.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: riunione del Comi...
comitato sindaci per le industrie 2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Atessa: riunione del Comi...
comitato sindaci per le industrie 1.jpg

04/10/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio (Prima Categoria Girone B): il Rapino si aggiudica la stracittadina con la Faresina, nel ricordo del compianto Presidente Di Fazio

Visto 1755 volte

COMMENTA

Calcio (Prima Categoria Girone B): il Rapino si aggiudica la stracittadina con la Faresina, nel ricordo del compianto Presidente Di Fazio

rapino-faresina 1 031021

Per Rapino, e non solo per la componente calcistica, la sfida odierna con i cugini della Faresina è un evento che va al di là della sana rivalità calcistica, ma in questo particolare momento va oltre le bandiere e almeno per il momento sono le emozioni a prendere decisamente il sopravvento. Per la squadra neroverde, si tratta infatti della prima gara casalinga stagionale, che non è vissuta come sempre. E’ la prima volta che manca all’appello il Presidente Domenico Di Fazio, scomparso prematuramente nelle scorse settimane in un tragico incidente stradale che ha coinvolto altri tre giovani del circondario. L’amministrazione comunale, in una decisione condivisa da tutta la cittadinanza, ha deciso di intitolare il campo sportivo alla memoria del giovane e compianto Presidente neroverde, e prima dell’avvio di gara si è svolta la toccante cerimonia di commemorazione, con l’apposizione di una targa all’ingresso degli spogliatoi, alla presenza del Sindaco di Rapino Rocco Micucci e del Presidente della LND Abruzzo, Ezio Memmo.

rapino-faresina 2 031021

Dopo le tante emozioni vissute prima della gara, la stracittadina più sentita della stagione rispecchia le aspettative anche sul rettangolo di gioco, con emozioni in quantità industriali, come vi racconteremo nella cronaca filmata, con le riprese del nostro Nicola Di Lucia.

I neroverdi vogliono fare bella figura per dedicare l’eventuale successo al proprio presidente, che li guarda da lassù, e vanno vicini al vantaggio dopo pochi minuti dal fischio d’avvio. Al 12’, sul piazzato di D’Amore che crea scompiglio in area farese, il gioco prosegue con la caduta in area di Lolli, in rotta di collisione con Serafini. Per il direttore di gara non vi sono estremi sufficienti per indicare il dischetto.

rapino-faresina 3 0310121

La truppa di mister Santovito insiste in avanti e un minuto dopo sfiora la rete con lo stacco ravvicinato dell’avanzato Di Pietrantonio, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, con la sfera che si alza sopra i legni. Passano pochi attimi, e l’estremo biancazzurro si salva con l’aiuto del palo, che evita la capitolazione sul perfido fendente dal limite di Lolli.

La pressione della squadra neroverde trova i frutti sperati poco oltre la mezzora, con capitan Donato D’Amore che brucia sul tempo il quasi omonimo Luigi D’Amore e scavalca il malcapitato Esposito in uscita.

Piove sul bagnato per la truppa dei Presidenti Di Biase e Di Gregorio, che non hanno neanche il tempo di riprendere il gioco, e si ritrovano anche in inferiorità numerica, a causa del rosso sventolato a Marrone, e allontanato per proteste dal rettangolo di gioco.

Nonostante la strada in salita, gli ospiti cercano di rientrare in carreggiata prima dell’intervallo, ma i tentativi di Serafini, su palla inattiva, e di Capetola dalla distanza non riescono a centrare lo specchio della porta.

Al rientro in campo, i neroverdi di casa provano a chiudere la pratica con un’azione corale culminata con il guizzo dell’ex Di Fulvio, pescato in posizione irregolare. Pochi istanti dopo, capitan D’Amore aggancia dalle retrovie e prova il colpo da posizione periferica, con la sfera che si spegne di un niente oltre il secondo palo.

La Faresina prende coraggio e torna a pungere al 10’ con una serie di conclusioni ravvicinate da parte di Parente, chiuso sul primo palo da Di Fazio, e dei vari Pellegrini, D’Angelo e Serafini, depotenziati dalla retroguardia neroverde, che si salva con affanno.

Il risultato potrebbe ritornare in equilibrio, in seguito al penalty accordato agli ospiti dal signor Costantini di Pescara, che ravvisa il fallo di mani in area di Sciarrelli, il quale intercetta il traversone al centro di Serafini. Dal dischetto, è proprio Serafini ad incaricarsi della battuta, neutralizzata da Di Fazio, che si salva con un balzo felino e sventa la minaccia. Passano appena due minuti, e stavolta è il Rapino a beneficiare di un penalty, accordato in questo caso per una trattenuta in area di Di Sipio ai danni di Di Fulvio. Ma anche per Donato D’Amore, che si incarica della battuta, il tiro dal dischetto non si rivela foriero di soddisfazioni, e c’è gloria anche per Esposito, che riesce a limitare i danni fino al 19’, quando arriva il raddoppio neroverde firmato dal capitano, che si riscatta prontamente con una perfida palombella che anticipa la disperata uscita dai pali del numero uno ospite. Al 32’, la pratica si chiude definitivamente con il tris griffato da Clivio, in mischia da distanza ravvicinata.

Prima dei titoli di coda, anche il Rapino rimane in dieci in seguito al rosso rimediato dal neo-entrato Sciannamea, per un fallo di reazione su Buonavitacola. L’ultima annotazione sul nostro taccuino è rappresentata dalla rete invalidata ai padroni di casa per la posizione irregolare di D’Urbano, al momento della conclusione sottomisura sull’invitante pennellata dalla destra di Di Pietrantonio.

Al triplice fischio, sorride la squadra di casa, che ha voluto la vittoria a tutti i costi, per ricordare degnamente il Presidente Di Fazio.

Il tabellino della gara:

Rapino: Di Fazio, Di Pietrantonio, Perinelli, Pica, Sciarrelli, Anzellotti, D’Urbano, Tirino, Lolli (10’st Amicone, 37’st Letta), D’Amore Donato (35’st Sciannamea), Di Fulvio (23’st Clivio). A disposizione: Colasante, Gentile, Amoroso, Sciscente, Ferrante.

Allenatore: Giuseppe Santovito

Faresina: Esposito, De Nardis, D’Angelo, Capetola (20’st Malandra), Di Sipio, Marrone, Pellegrini (20’st Frattaroli), Serafini, Cellucci (24’pt Mucci), Parente (35’st Cocco), D’Amore Luigi (40’st Buonavitacola). A disposizione: Zulli, Frattaroli, Rapino, Liberati, De Mattheis.

Allenatore: Aldo Mancini

Arbitro: Pierpaolo Costantini di Pescara

Marcatori: 31’pt D’Amore Donato (1-0), 19’st D’Amore Donato (2-0), 32’st Clivio (3-0)

Ammoniti: Anzellotti, Perinelli, Di Fulvio (R); Di Sipio (F)

Espulsione: 32’pt Marrone (F) per proteste; 40’st Sciannamea (R) per fallo di reazione

rapino-faresina 4 031021

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia