Sei in: SPORT
Inserito da Antonio Calabrese
'La maggioranza del Sinda...
intervista pellegrini p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fondi dell'8 x mille dest...
scuola fossacesia p copia_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Fara San Martino: in rico...
pegaso 4p.jpg

07/11/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Calcio a 5 (Serie C1): gara pirotecnica e ricca di colpi di scena, finisce in parità la sfida tra Futsal Lanciano e Città di Chieti

Visto 788 volte

COMMENTA

1 0611211

Calcio a 5 (Serie C1): gara pirotecnica e ricca di colpi di scena, finisce in parità la sfida tra Futsal Lanciano e Città di Chieti

Dopo la sosta forzata, causa indisponibilità dell’impianto di Avezzano, il Futsal Lanciano torna a giocare sul terreno di Castel Frentano, e si trova di fronte il Città di Chieti, compagine che al contrario ha giocato ma è andata male, con il  Sulmona Futsal uscito vittorioso dalla trasferta teatina. Il quintetto ospite non sta vivendo un avvio stagionale altisonante, come ci ha abituati in passato, ma arranca nelle posizioni di retroguardia ed ha quindi assoluto bisogno di punti per risalire la china. Diverse le motivazioni per arrivare allo stesso obiettivo, da parte del quintetto rossonero, che vuole rimanere agganciato saldamente al gruppetto delle migliori.

futsal lanciano-gruppo 0611212 0611212

I rossoneri del Presidente Andreoli vanno subito all’offensiva, ma il giovanissimo Mincarini, classe 2005, chiude sul primo palo e annulla l’insidioso diagonale di Di Giulio. I neroverdi replicano due minuti dopo con il tentativo di prima intenzione di Pica, ammorbidito da Massimini, che si trova sulla traiettoria. Ma i pericoli per Del Romano cominciano ad essere più diretti, e dopo il palo centrato da Rutolo, arriva il tiro di rigore sanzionato per l’intervento falloso in area di Monte ai danni di Pica. E’ Rutolo che si incarica della battuta, che non lascia scampo al numero 23 frentano, costretto alla resa. Ma i dispiaceri per il quintetto rossonero non sono finiti, in questa fase. All’infruttuosa reazione di Di Giulio, il quale trova un superlativo Mincarini, che agisce in tandem con il palo alla sua destra, fa seguito il raddoppio teatino che si manifesta al 10’, grazie a Pica che va a segno con una girata micidiale da distanza ravvicinata, che sorprende il pacchetto arretrato di mister Simigliani. I rossoneri accusano il colpo e per il Chieti l’appetito vien mangiando, come suol dirsi, visto che al 13’ c’è gloria anche per il veterano Di Muzio, che firma il tris ospite con un ta-pin a ridosso della linea di porta, che sfrutta la corta respinta di Del Romano impegnato dal precedente diagonale di Stefanachi. E da un’altra corta respinta, ma stavolta del portiere teatino che non trattiene il diagonale di Di Loreto, che arriva il guizzo vincente di Palmerio, di fondamentale importanza per ravvivare la fiammella della speranza rossonera. 

citta di chieti-gruppo 0611213 0611212

Poco dopo, Del Romano azzera l’insidioso diagonale di Rutolo, e sull’altro versante Palmerio torna a suonare la carica per i padroni di casa, che al 19’ riducono ulteriormente il divario e riaprono di fatto le sorti della sfida con il bomber Massimini, a bersaglio con una fiondata dalla distanza che lascia di stucco il pur bravo estremo neroverde. Ma è proprio quest’ultimo a ristabilire il precedente divario, approfittando del portiere di movimento predisposto da mister Simigliani, che presenta, al solito, alcune controindicazioni, come ad esempio la porta rimasta incustodita che il numero 1 ospite provvede a gonfiare con un lungo rilancio dalla propria area di porta.

futsal-chieti 1 0611214 0611213

In chiusura di frazione, Massimini salva sulla linea di porta negando la possibile quaterna di Pica, e va poi a insidiare la porta teatina con un siluro dalla distanza che attraversa una selva di gambe e non viene sfruttata da Di Giulio, preso in controtempo. Del Romano argina il tentativo di Pica, che precede il rientro negli spogliatoi.

Alla ripresa delle ostilità, il quintetto di mister Simigliani è chiamato a rimontare due reti, e non può quindi perdersi in quisquiglie. La tattica del portiere di movimento è un provvedimento diventato ormai imprescindibile per tentare la rimonta, ma i rischi sono da mettere in preventivo, come detto. Dopo la trasversale frentana griffata da Massimini, i neroverdi pareggiano subito il conto dei legni con Nucilli, che spaventa Del Romano e compagni. Ma la rete di Massimini, che trova il giusto pertugio alla sinistra di Mincarini, dà nuovo vigore ai rossoneri, che al 6’ ristabiliscono gli equilibri con la battuta da fermo di Caravaggio, che non lascia scampo al promettente estremo teatino, il quale si redime prontamente salvando la porta sulla conclusione ravvicinata di Massimini, ma non può evitare il sorpasso dei padroni di casa che va a concretizzarsi al 10’, per merito di Di Giulio, a bersaglio con un gran fendente che gonfia l’angolino alle sinistra di Mincarini. Il quintetto di mister Farinacci, dopo aver condotto per larga parte del match, non vuole abdicare senza reagire, e lo fa anche con una certa pericolosità. Al 13’, Del Romano riesce a sventare in qualche modo l’insidiosa stoccata di Rutolo, e qualche istante dopo deve ringraziare il suo compagno di squadra Caravaggio, che gli dà una grossa mano sul gran diagonale dello stesso Rutolo, destinato altrimenti in fondo al sacco.

futsal-chieti 3 0611215 0611213

Mincarini, sull’altro versante, è decisivo per arginare l’affondo di Travaglini, che prova invano a mettere il risultato al sicuro. I propositi non si realizzano e il Città di Chieti, che non ha più nulla da perdere, cinge d’assedio i frentani nelle zone declinanti della sfida, ottenendo infine quanto sperava, anche se in un contesto che lascia delle perplessità alla squadra locale. Il signor Vitucci di Sulmona ritiene falloso l’intervento in area di Massimini ai danni di Pica e lo sanziona con il secondo penalty di giornata assegnato alla truppa neroverde e con il cartellino rosso per somma di ammonizioni, allo stesso Massimini.

Rutolo, ancora lui, è l’infallibile esecutore dal dischetto, che va a fissare il definitivo risultato di parità tra Futsal Lanciano e Città di Chieti.

futsal-chieti 4 061121

Il tabellino della gara:

Futsal Lanciano: Del Romano, Palmerio, D’Angelo, Caravaggio, Forte, Massimini, Di Giulio, Maisano, Di Girolamo, Di Loreto, Monte, Travaglini.

Allenatore: Massimo Simigliani

Città di Chieti: Mincarini, Nucilli, Vervenna, D’Elia, Toto, Petaccia, Di Muzio, Rutolo, Marinelli, Di Tullio, Pica, Stefanachi. 

Allenatore: Fabio Farinacci

Primo Arbitro: Valerio Vitucci di Sulmona

Secondo Arbitro: Antonio Domenico La Sala di Pescara

Marcatori:4’pt Rutolo su rigore (0-1), 10’pt Pica (0-2), 13’pt Di Muzio (0-3), 14’pt Palmerio (1-3), 19’pt Massimini (2-3), 22’pt Mincarini (2-4), 4’st Massimini (3-4), 6’st Caravaggio (4-4), 10’st Di Giulio9 (5-4), 31’st Rutolo su rigore (5-5)

Ammoniti: Caravaggio, Travaglini, Del Romano (FL); Rutolo, Pica, Toto (CC)

Espulso: 30’st Massimini (FL) per somma di ammonizioni 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia