Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Nuovo ospedale di Lancian...
nuovo ospedale lanciano p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Lettomanoppello: inaugura...
lettomanoppello-giornata delle miniere 1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Villa Santa Maria, conclu...
pino finamore_11.jpg

20/05/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa: 'Rete ospedaliera impigliata attorno ai quattro grandi ospedali provinciali, e il nostro San Camillo ostaggio di mancate decisioni e scelteโ€™

Visto 993 volte

COMMENTA

mites 200521

ย 

COMUNICATO UNITI PER ATESSA
L๐—ฎ โ€œ๐—ฟ๐—ฒ๐˜๐—ฒ ๐—ผ๐˜€๐—ฝ๐—ฒ๐—ฑ๐—ฎ๐—น๐—ถ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฎโ€ย  ๐—ฟ๐—ฒ๐—ด๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฎ๐—น๐—ฒ ๐˜€๐—ฒ๐—ด๐˜‚๐—ถ๐˜๐—ฎ ๐—ฎ ๐—ฟ๐—ถ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ถ๐—บ๐—ฝ๐—ถ๐—ด๐—น๐—ถ๐—ฎ๐˜๐—ฎ ๐—ฎ๐˜๐˜๐—ผ๐—ฟ๐—ป๐—ผ ๐—ฎ๐—ถ ๐—พ๐˜‚๐—ฎ๐˜๐˜๐—ฟ๐—ผ ๐—ด๐—ฟ๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ถ ๐—ผ๐˜€๐—ฝ๐—ฒ๐—ฑ๐—ฎ๐—น๐—ถ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐˜ƒ๐—ถ๐—ป๐—ฐ๐—ถ๐—ฎ๐—น๐—ถ ๐—ฒ ๐—ถ๐—น ๐—ป๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฟ๐—ผ โ€œ๐—ฆ๐—ฎ๐—ป ๐—–๐—ฎ๐—บ๐—ถ๐—น๐—น๐—ผ ๐——๐—ฒ ๐—Ÿ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ถ๐˜€โ€ ๐—ผ๐˜€๐˜๐—ฎ๐—ด๐—ด๐—ถ๐—ผ ๐—ฑ๐—ถ ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ฐ๐—ฎ๐˜๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐—ฐ๐—ถ๐˜€๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ถ ๐—ฒ ๐˜€๐—ฐ๐—ฒ๐—น๐˜๐—ฒ!!
Gli interventi, sul Centro di oggi, dei sindaci dei quattro capoluoghi di provincia, confermano che la rete ospedaliera abruzzese resta in alto mare nonostante sia vecchia in quanto riferita al triennio 2019-2021.
Per quanto riguarda il San Camillo De Lellis, in ogni caso, esso viene confermato come ospedale di area particolarmente disagiata, sulla base di quanto giร  stabilito con la D.G.R. n. 824 del 2018, corredata dalla corposa relazione tecnico-giuridica, elaborata dallโ€™Agenzia sanitaria regionale, con il contributo anche dellโ€™attuale amministrazione comunale.
Ciรฒ a conferma che non era affatto un โ€œbluffโ€ e per smentire chi adesso vorrebbe far credere che la documentazione prodotta non era idonea.
Ora, come allora, il nostro ospedale รจ rimasto ostaggio deiย  โ€œsuperospedaliโ€ (cosiddetti DEA di II livello) dei quattro Comuni capoluoghi.
Ora, come allora, il punto nodale, ancora una volta irrisolto, rimane questo!
Ora, come allora, cosรฌ come innegabilmente emerge dalla lettura delle dichiarazioni dei Sindaci dei quattro Comuni capoluogo,ย  sui superospedali esistono posizioni contrastanti ed - in ogni caso - ognuno di essi ha mosso critiche allโ€™attuale proposta di riorganizzazione della rete ospedaliera, formulando soluzioni alternative e inconciliabili tra loro.
Tutti e quattro i Sindaci, di diverso orientamento politico, hanno comunque evidenziato che non รจ piรน rinviabile lโ€™approvazione della nuova rete ospedaliera, soprattutto dopo la pandemia ancora in corso, con lโ€™auspicio che vengano garantite anche e soprattutto le necessarie e qualificate risorse mediche ed infermieristiche, oltre quelle strumentali.
Lโ€™attuale piano proposto rispecchia la rete ospedaliera giร  esistente e di fatto declassa tutti e quattro i nosocomi provinciali a DEA di I livello.
Sostanzialmente lโ€™attuale Giunta regionale decide di non decidere!!
Anche questa, in ogni caso, รจ una scelta, che si deve perรฒ avere il coraggio e la capacitร  di portare a compimento, approvando urgentemente la rete ospedaliera proposta, in quanto la nostra sanitร  regionale non puรฒ piรน essere ostaggio di mancate decisioni e scelte, con il rischio anche di perdere risorse economiche.
Lโ€™attuale maggioranza regionale รจ stata eletta anche per questo ed ormai - a distanza di oltre due anni -ย  non ci sono piรน scuse e alibi. Abbia il coraggio di assumersi le proprie responsabilitร !
ospedale atessa 200521

ย 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia