Sei in: ATESSA -> POLITICA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C2 Giro...
doicaru daniel-per noi c7_15.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C2 Giro...
rocchigiani alessandro-dynamo faras_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C1): ri...
cotturone paolo-sport center celano_3.jpg

20/10/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa: ‘I nostri avversari non pensino alle nostre vicende interne, ma ci dicano qual è il loro candidato Sindaco’

Visto 667 volte

COMMENTA

BCC 201021

Comunicato Stampa

Uniti per Atessa: ‘I nostri avversari non pensino alle nostre vicende interne, ma ci dicano qual è il loro candidato Sindaco’

LOGO UNITI PER ATESSA 201021Le elezioni amministrative di oggi hanno messo in risalto tre aspetti importanti e non trascurabili :                               1) Il forte e preoccupante astensionismo, diventato di gran lunga il primo partito in Italia. È un dato su cui dobbiamo tutti riflettere.                                     

2) La vittoria, nella stragrande maggioranza delle città, del centrosinistra unito.                                              

3) La cocente sconfitta delle forze di centro destra, che non hanno saputo esprimere  una classe dirigente all'altezza delle sfide.

I nostri avversari, quindi, piuttosto che preoccuparsi delle nostre vicende interne, che pur richiedono da parte nostra ogni opportuno esame, si preoccupino di indicare, visto che sono già in piena campagna elettorale, qual è il loro candidato sindaco. Per quanto ci riguarda seguiteremo a lavorare, fino all'ultimo giorno del nostro mandato, per portare a termine i punti del nostro programma. Oltre ad onorare l'impegno preso con gli elettori, abbiamo da concludere parecchie cose, come si vedrà.                   Registriamo, tuttavia,nel nostro Comune, una innaturale e non coerente proposta di alleanza tra forze di destra ed alcune forze di sinistra, che il giorno scendono in piazza contro il fascismo e la notte orchestrano accordi con quegli stessi gruppi che vorrebbero mettere al bando.                                      Per quanto ci riguarda, accogliamo solo l'invito a garantire una reciproca, pacifica, non offensiva e soprattutto costruttiva campagna elettorale.

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia