Sei in: ATESSA -> ECONOMIA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C2 Giro...
doicaru daniel-per noi c7_15.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C2 Giro...
rocchigiani alessandro-dynamo faras_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C1): ri...
cotturone paolo-sport center celano_3.jpg

25/11/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Atessa: la BCC Sangro Teatina diventa BCC Abruzzi e Molise

Visto 983 volte

COMMENTA

NUOVO NOME, STESSO ATTACCAMENTO AI TERRITORI:

ECCO BCC ABRUZZI E MOLISE, BANCA FORTE E GENTILE

 

L’assemblea dei soci ha approvato il nuovo nome che esprime la dimensione interregionale della più antica banca delle due regioni. Pachioli e Di Marco: “Siamo cresciuti, cresceremo ancora di più”

 

Atessa (Ch), 24 novembre 2021 - Era Bcc Sangro Teatina, oggi è Bcc Abruzzi e Molise. La più antica banca delle due regioni, fondata da Don Epimenio Giannico nel lontano 1903 ad Atessa, sede centrale della banca, è cresciuta insieme a imprese, famiglie e comunità, e ora anche il nome esprime appieno questa dimensione interregionale. Il cambio è stato approvato mercoledì 24 novembre dall’assemblea straordinaria dei soci tenutasi tramite il rappresentante designato al fine di ridurre i rischi connessi all’emergenza sanitaria in corso.

Ma per un nome che cambia, rimangono intatte la determinazione e la passione per le persone che da sempre caratterizzano una banca forte e gentile: di fatto, in queste due regioni Bcc Abruzzi e Molise è la vera e propria banca del territorio già dal 1998, quando la Bcc di Atessa inglobò la Bcc di Castiglione Messer Marino, che portò in dote la filiale di Agnone, e ancora di più dal 2010, quando ci fu la fusione per incorporazione della Bcc del Molise, che portò in dote le filiali di Termoli, Guglionesi, San Martino in Pensilis e Bagnoli del Trigno. Due regioni dove progressivamente sono scomparsi quasi tutti i protagonisti del credito locale con la conseguente chiusura di filiali, e in cui Bcc Abruzzi e Molise è l’unica banca aderente al gruppo Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo Italiano, il primo gruppo bancario italiano per solidità patrimoniale, con un Cet1 al 21,5, ben oltre quello dei più blasonati gruppi bancari nazionali.

bcc abruzzi e molise 241121

“La ragione di questo cambiamento – spiegano Vincenzo Pachioli e Fabrizio Di Marco, rispettivamente presidente e direttore generale della Bcc Abruzzi e Molise – è perché siamo cresciuti. La nostra banca, che ha visto la luce in un’epoca storica quando l’Abruzzo si chiamava ancora Abruzzi, non solo ha affrontato guerre mondiali, avversità e crisi globali, ma ha saputo addirittura espandersi sapientemente, valicando i confini regionali, in termini di filiali, clienti, soci. Tutto questo è stato possibile proprio per l’attaccamento al territorio: abbiamo un nuovo nome, siamo diventati grandi, ma alla fine siamo sempre noi, una banca che da quasi centoventi anni sa essere forte perché capace di reinvestire sul territorio il 95 per cento di quello che raccoglie, rimanendo pur sempre gentile con persone, famiglie e imprese, com’è nel suo dna. Una banca che non si è mai chiusa ma, anzi, ha saputo sempre aprirsi e rinnovarsi su tutti i fronti”.

bcc abruzzi e molise 2 241121

Solide radici, quindi, e sguardo rivolto al domani: “In forza di questo attaccamento – aggiungono - siamo sempre stati capaci di guardare al domani e abbiamo la modernità nel sangue: le nostre filiali sono tecnologicamente avanzate, abbiamo sviluppato servizi d’avanguardia, il nostro home banking è la quint’essenza della modernità, ma a differenza di altre banche online, dietro tutto questo ci sono persone sempre pronte ad accogliere clienti e soci. In altri termini, ci piace l’intelligenza delle persone che prevale sull’intelligenza artificiale, per questo siamo orgogliosamente una banca smart. Ed è proprio ciò che ci contraddistingue”.

E non finisce qui: “Continueremo sempre di più a sviluppare la nostra presenza sul territorio, all’insegna della sostenibilità e della responsabilità. Il cambio di nome, quindi, ci spinge a fare ancora di più e meglio. Se abbiamo fatto quello che siamo riusciti a fare finora, possiamo farlo ancora meglio e più di prima. Ne siamo certi e lo ribadiamo a chiare lettere: la miglior difesa non è l’attacco ma l’attaccamento al territorio”.

 

Per vedere il filmato, cliccare sul seguente link del nostro canale You Tube:

https://www.youtube.com/watch?v=ju8H6bhYVb8

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia