Sei in: ATESSA -> CULTURA
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C1): Fu...
FUTSAL LANCIANO-GRUPPO 231021_1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5 (Serie C1): il...
futsal lanciano-academy 1.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio a 5: la classifica...
di muzio luca-montesilvano c5 (2)_69.jpg

11/06/2012

Inserito da Antonio | 0 commenti
Il lessame di Atessa. Tra mito e tradizione

Visto 1940 volte

COMMENTA

less6IL LESSAME DI ATESSA. TRA MITO E TRADIZIONE.

Se la “Panarda”, il banchetto dei banchetti con le sue 40 portate (piatto in pił, piatto in meno), rappresenta il pasto rituale  pił importante della storia delle tradizioni popolari abruzzesi, ad Atessa il lessame, o meglio, “lulessąmė”,assume la stessa valenza rituale grazie ai suoi numerosi elementi simbolico-sacrali. Un parallelismo che Antonio Stanziani, famoso chef e maestro dell’Istituto alberghiero di Villa Santa Maria (CH), mette nero su bianco nel suo libro “Tra la fame e l’abbondanza. Il lessame di Atessa tra i cibi sacrali in Abruzzo nelle varie ricorrenze”, presentato dall’associazione culturale “Atessa XXI secolo”, sabato 9 giugno, al Teatro comunale. L’evento letterario diventa cosģ una “ghiotta” riscoperta di una ricetta del passato: il lessame per l’appunto, la minestra di legumi e cereali preparata con i fondi della dispensa, alla fine dell’inverno.La chiusura simbolica di un ciclo, un rito apotropaico che si butta alle spalle il freddo e il torpore invernale per salutare l’arrivo di una stagione nuova, caratterizzata da raccolti, lavoro, sole e vita.Un sacrificio necessario cui segue una rinascita, come c’insegna il ricongiungimento di Persefone con sua madre Demetra, che noi chiamiamo Primavera.

 

Daniela D’Arco

 

N.B.: nella giornata di domani pubblicheremo anche il servizio filmato sull'evento.

Di seguito, pubblichiamo invece alcune foto.

leess1less2less3less4less5

 

torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia