Sei in: TERAMO -> CRONACA
Inserito da Antonio Calabrese
Rocca San Giovanni: insed...
consiglio comunale 1_2.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Calcio: rinvio del campio...
fabio lombardi p.jpg
Inserito da Antonio Calabrese
Paglieta: il Sindaco e la...
ernesto graziani p.jpg

16/09/2021

Inserito da Antonio Calabrese | 0 commenti
Uniti per Atessa replica al Consigliere Fioriti: 'Consigliere Fioriti, non rigiri la frittata, arrivando addirittura alle minacce!!'

Visto 1432 volte

COMMENTA

bcc 1609212

 

Consigliere Fioriti, non rigiri la frittata, arrivando addirittura alle minacce!!
Vede consigliere Fioriti, lei ha tutto il diritto di esercitare l’attività di controllo e vigilanza che la legge le attribuisce e presentare tutte le interrogazioni, interpellanze e anche “raccomandazioni” che crede: ci mancherebbe altro!
Se lei, però, intende usare questo potere  in modo strumentale, provocatorio ed offensivo, non deve poi lamentarsi se qualcuno le risponde “a tono”.
Facciamo a capirci!!  
Come spesso è accaduto, alcune questioni e problematiche oggetto di sue interrogazioni, sarebbero state da lei più facilmente e tempestivamente conoscibili e risolvibili ricorrendo all’ampio potere di accesso agli atti, che è riconosciuto ai consiglieri comunali, anche interloquendo direttamente con le strutture amministrative.
Quando, tuttavia, ha ritenuto di dover presentare i formali atti, con i quali esplica la sua funzione di controllo, pur non essendo a conoscenza dei fatti , ha ogni volta corroborato le sue interrogazioni con giudizi (o meglio “pregiudizi”) negativi ed offensivi nei confronti di questa amministrazione.
Ciò è accaduto anche in occasione della sua ultima “raccomandazione” riguardante la questione del trasporto scolastico nel nostro Comune.
Piuttosto che limitarsi a chiedere chiarimenti ed informazioni sulla questione del trasporto scolastico, ha tenuto a dichiarare che “una buona amministrazione avrebbe dovuto prendere provvedimenti non a ridosso dell’apertura dell’anno scolastico, al massimo entro metà agosto, essendosi già a quel tempo palesati da giorni le problematiche citate nella nuova determinazione di risoluzione”.
Di fatto lei - con una dialettica subdola e ricorrendo a perifrasi – ha tenuto innegabilmente e pregiudizialmente ad affermare che la nostra è “una cattiva amministrazione”, solo perché ha adottato il provvedimento di risoluzione del contratto con la vecchia ditta, a ridosso dell’apertura dell’anno scolastico, senza spiegare - però – quali reali problemi e disservizi abbia tutto ciò provocato al trasporto scolastico. Glielo diciamo noi: NESSUNO!!!
E’ evidente che la sua era una immotivata “raccomandazione”, strumentale solo al solito attacco politico verso questa amministrazione. 
Avrà sicuramente appreso, invece, dai giornali che decine di Comuni della sua amata regione Marche, sono oggi – purtroppo – in serie difficoltà a seguito del “forfait” dato dalla vecchia ditta, la Tundo, per gli stessi motivi che sono alla base del nostro provvedimento di risoluzione del relativo contratto.
Riferendosi, poi, al suo ultimo comunicato, pieno solo di offese ed insulti vorremmo precisare quanto segue.
Senza ripetere i particolari della questione del cambio della ditta appaltatrice del trasporto scolastico, atteso che la vicenda potrebbe approdare anche in sede giudiziaria, consigliere Fioriti le sembra plausibile che la procedura amministrativa seguita possa essere sintetizzata, come da lei fatto, dandoci - di fatto e come al solito- degli sprovveduti ed incompetenti.
Lei crede, veramente, che questa amministrazione non si sia posto il problema nella sua totalità e complessità, anche al fine di assicurare la continuità del servizio di trasporto ai nostri studenti, senza appunto creare disservizi ai cittadini/utenti in occasione del riavvio del nuovo anno scolastico, come invece successo in altri Comuni, perseguendo tutte le legittime e percorribili strade e nell'ambito di una più ampia strategia. Lo crede veramente, consigliere Fioriti?
Le vogliamo solo ricordare che siamo in presenza di un provvedimento amministrativo estremo – come la rescissione di un contratto di appalto – che richiede la massima attenzione, cautela e necessaria tempistica da parte degli uffici preposti.
Ma al di là degli irripetibili insulti ed offese contenute nel suo ultimo comunicato, che veramente sono motivo di “riso e trastullo”, siamo sconcertati dal fatto che lei sia arrivato - ora - addirittura alle minacce, come quelle di “spettegolare tutto quello che non viene mai detto su fatti, cose e persone”.
Su questi metodi e modi usati da una forza politica, che si candida al governo della città nella tornata elettorale del prossimo anno, lasciamo ogni giudizio ai nostri cittadini.
Lei consigliere Fioriti può fare ed agire come meglio crede, dia pure avvio e concretezza alle sue minacce. Noi valuteremo, ovviamente, tutte le più opportune risposte ed iniziative da intraprendere.
Consigliere Fioriti, però, poi ci faccia il piacere di astenersi da fare la vittima e di offendersi e soprattutto di rigirare poi la frittata!!
Uniti per Atessa
uniti per atessa 160921
torna su


Registrati per inserire un commento.

I campi obbligatori sono contrassegnati con *
Nome
Cognome
Nickname*
Email*
Password*
Ripeti Password*
Invia


Accetto le condizioni sulla privacy (visualizza)


Oppure inserisci nickname e password per accedere


Nickname
Password
Hai dimenticato la password?
Invia